QR code per la pagina originale

Vodafone ha detto si alle chiamate in volo

,

Si è discusso molto riguardo a permettere le chiamate in volo o meno, ma sembra che dopo gli esperimenti e le iniziative intraprese all’estero anche in Italia sia arrivato il momento di consentire l’utilizzo del telefono cellulare su alcune compagnie aeree.

È stata Vodafone Italia a lanciare il servizio, si parla di roaming sugli aerei che comprende sia le chiamate vocali che l’utilizzo delle email in volo, meno gradita ai passeggeri la prima opzione mentre molto interessante la possibilità di ricevere e inviare email durante la traversata.

Infatti i viaggi di lavoro in Italia e verso l’estero sono veramente tantissimi ogni giorno, la possibilità di comunicare via mail e anche via telefono per queste persone potrebbe rivelarsi molto utile consentendo così di non perdere tempo neanche in volo e poter continuare a lavorare e rimanere in contatto con l’azienda o eventuali clienti che non possono fare a meno di noi anche in volo.

L’utilizzo ovviamente non è a uso esclusivo di cellulari ma è esteso anche a Blackberry, palmari e PC portatili, disponibile sia con abbonamento che prepagato ma visti i prezzi elevati del servizio è a uso esclusivo della clientela business o di chi veramente non ne può fare a meno.

Infatti il costo al minuto per le chiamate da sopra le nuvole è di 2,5 euro al minuto, ovviamente IVA esclusa. Altro discorso invece per le email, infatti basta attivare l’opzione mail “International” che costa 10 euro al mese.

Per il momento il servizio non è attivo su tutte le compagnie di volo, i contratti siglati sono con le seguenti linee: Air France, Emirates e Qantas ma a breve sembra che seguano anche altre compagnie come British Midland, TAP Portugal e Ryanair.

Secondo voi è un servizio inutile e un disturbo in più durante un viaggio o un servizio che effettivamente non potevamo più attendere?

Ma una domanda sorge spontanea, ma tutti i problemi dovuti alle chiamate in volo che potevano far cadere l’aereo dove sono finite, con 2,5 euro al minuto si cancellano questi problemi o non sono mai esistiti?