QR code per la pagina originale

Windows 7… che ci sarà sotto?

,

Siamo tornati a parlare di Windows 7, dopo le conferme ufficiali alla previsione di Steve Ballmer e Bill Gates di un lancio del prodotto nel 2009.

Ma questo Windows 7 che sarà? Un sistema operativo, lo sappiamo, con una grafica ancora rinnovata, ridisegnata apposta per poterlo usare su tablet PC e schermi multitouch. Ma cosa ci dobbiamo aspettare veramente?

Le mie sono solo considerazioni personali sugli ultimi rumor, ma ci accorgiamo tutti con chiarezza che la tecnica è ancora quella portata avanti per Windows Vista, cioè quella di mettere l’accento particolarmente sull’appetibilità della grafica e del sistema di interazione.

La Microsoft, in somma, ci sta cercando di far venire l’acquolina in bocca per l’interfaccia del nuovo Windows, presentandocelo quasi alla stregua di un palmare, non tanto come un PC su cui lavorare veramente.

Cosa ci sarà dunque sotto a questa interfaccia?

Forse la Microsoft sarà finalmente riuscita a mettere in atto le promesse inattese che aveva fatto con Vista, tra cui la rimozione totale del registro di sistema e il nuovo file system WinFS? Oppure saranno stati introdotte nuove applicazioni per la multimedialità o nuove funzionalità per la connessione e condivisione in rete, sulla scia dell’ultima moda?

Il tutto è affascinante e di certo i più curiosi tra noi saranno tra coloro che vorranno subito usufruire di questo nuovo SO, anche solo per provarlo e naturalmente acquisteranno un nuovo PC, per testare le funzionalità multitouch che su un PC “semplice”, che sia Desktop o laptop, certamente non saranno sfruttabili.

Attenzione, quindi, a non cadere nelle reti del consumismo (per lo meno per chi fa fatica ad adeguarcisi dal punto di vista economico, gli altri facciano pure) solo per aver prestato troppo orecchio ai rumor sul nuovo sistema operativo, che solo all’inizio della fase di accettazione, già si pone nelle nostre menti come successore di Vista.

L’impressione che fa a me attualmente (e sono apertissima a cambiare idea anche domani, con nuove informazioni) è che questo potrebbe essere l’ennesimo specchietto per le allodole (solo un hype?) che il mondo informatico e tecnologico ci offre: non andrà mica a finire che Windows 7 sarà solo un adeguamento grafico di Vista per l’interfaccia multitouch dei tablet PC, che guarda caso hanno avuto ben poco successo dal loro lancio e hanno quindi bisogno di essere restaurati e reinseriti nel mercato?

Oppure non sarà che Windows 7 non è neanche pari a Vista, ma solo una versione ridotta del SO (come funzionalità e potenzialità) per i tablet PC? Quanto rivelato fin’ora mi fa pensare che Windows 7 comunque non si proporrà affatto come sostituto di Vista (ed effettivamente la notizia dell’anticipo del suo lancio, proprio quando la Microsoft constatava il calo di vendite di Vista, annunciato poco dopo, ci aveva fatto pensare a questo), ma sarà un prodotto rivolto all’utente privato, o anche all’utente business, solo come supporto “alternativo”… un SO per i tablet PC, che potrebbero tranquillamente sostituirsi ai palmari, con l’uscita di scena di questi ultimi, sostituiti a loro volta dagli smartphone.

Stiamo a vedere.