QR code per la pagina originale

Muore Steve Jobs, ma è solo per errore

,

Pensa la faccia di Steve Jobs quando, navigando per la rete, becca un articolo, di un’importante testata, che annuncia la sua morte.

Le possibilità che mi vengono in mente sono due:

  • Si è fatto una risata per il grossolano errore;
  • Si è preoccupato per il titolo azionario.

La seconda la escluderei poiché alle 16.27 il Nasdaq è in fase di chiusura; ma non penso nemmeno che si sia verificata la prima: leggere della propria morte non penso sia una cosa che faccia ridere (credo).

L’errore è stato commesso da Bloomberg News che anziché aggiornare il coccodrillo, l’ha pubblicato, anche con parti mancanti.

Un coccodrillo altro non è che un pezzo (in questo caso testuale ma può essere anche video per le emittenti e audio per le radio) che viene preparato quando il personaggio è ancora in vita. Ciò permette di arrivare subito con il pezzo pronto nel momento della morte (non c’è da stupirsi se dopo 2 minuti dalla morte del Papa c’erano già sul Web gli articoli e in TV intere trasmissioni).

Tornando al nostro Steve Jobs, l’errore era anche credibile poiché lo stato di salute paventato dal CEO della Apple, nelle ultime apparizioni, non era certamente ciò che si definisce ottimale.

Chissà come ha commentato la notizia il diretto interessato…