QR code per la pagina originale

23andMe abbatte a 399 dollari il test del DNA

La società finanziata da Google ha da poco portato il prezzo del suo test del DNA da 999 dollari agli attuali 399. Il forte sconto dovrebbe consentire a 23andMe di aumentare sensibilmente il suo numero di clienti, accrescendo i database sul genoma umano

,

Nonostante sia ancora una società giovane, e relativamente piccola, 23andMe ha da subito destato l’interesse dei media e degli analisti grazie al ruolo centrale rivestito da Google, uno dei principali investitori dell’intero progetto. La scelta di istituire un database online con le informazioni genetiche dei clienti di 23andMe ha inoltre destato non poche polemiche, soprattuto tra le associazioni impegnate nella tutela della privacy negli Stati Uniti. Il timore è che dati così sensibili ed estremamente personali possano essere sottratti dai server di 23andMe, esponendo i clienti della società a un vero e proprio rischio per la loro riservatezza in un ambito delicato come quello della salute.

Alcuni genetisti hanno infine sottolineato come le informazioni fornite da 23andMe non possano essere considerate sufficientemente attendibili per prevedere la possibile insorgenza di alcune patologie. Nonostante le numerose ricerche nel settore, al momento i ricercatori non sono ancora in grado di valutare con sufficiente precisione le variazioni genetiche che in taluni casi stimolano l’insorgenza di una specifica malattia.

23andMe ritiene comunque che ogni individuo abbia il diritto di potersi informare sul proprio patrimonio genetico attraverso un test del DNA. I prezzi più bassi consentiranno, dunque, di aumentare sensibilmente il numero di clienti della società e di conseguenza le informazioni contenute nei database utilizzati per approfondire le attuali conoscenze sul genoma umano.