Aggiornato Xsan e Office

In nottata Apple ha rilasciato un aggiornamento al suo sistema di storage Xsan; ora giunge alla versione 2.1.1 con numerosi miglioramenti e una maggiore affidabilità.Xsan è un sistema di gestione dei dischi RAID sviluppato da Apple, permette una gestione flessibile dei dischi; un sistema indicato per coloro che necessitano di notevole spazio d’archiviazione e accesso

In nottata Apple ha rilasciato un aggiornamento al suo sistema di storage Xsan; ora giunge alla versione 2.1.1 con numerosi miglioramenti e una maggiore affidabilità.

Xsan è un sistema di gestione dei dischi RAID sviluppato da Apple, permette una gestione flessibile dei dischi; un sistema indicato per coloro che necessitano di notevole spazio d’archiviazione e accesso veloce ai dati.

L’aggiornamento 2.1.1 oltre ad alcuni miglioramenti al file system e alla stabilità apporta correzioni alla correzione e verifica dll’ACL, affidabilità dei volumi durante il controllo dei metadata in uno scenario di failover e miglioramenti nella gestione di un grande numero di file.

Poiché tale sistema è usato in ambienti delicati è altamente consigliato l’aggiornamento.

In contemporanea Microsoft ha rilasciato un aggiornamento sia per Office 2004 che Office 2008. Entrambi si occupano di migliorare stabilità, prestazioni e soprattutto eviterà possibili scenari di malware.

Oltre a questi due update, Microsoft ha curato il rilascio dell’aggiornamento del convertitore Open XML per Mac.

Ti potrebbe interessare
Rupert Murdoch boccia Twitter e Facebook
Business

Rupert Murdoch boccia Twitter e Facebook

Rupert Murdoch crede ancora in MySpace, ma fa un sincero mea culpa per l’operato del passato. Twitter non è monetizzabile, Facebook è poco più di una directory: così Murdoch boccia la concorrenza. No comment, invece, a proposito di Silvio Berlusconi

Che fine ha fatto il progetto di banda larga su reti elettriche?
Prezzi e tariffe

Che fine ha fatto il progetto di banda larga su reti elettriche?

Un paio di anni fa, nel periodo di massimo boom della corsa alla banda larga, si era delineata la possibilità di sfruttare le linee elettriche per portare a tutti l’adsl.Soluzione interessante e tecnicamente fattibile e per nulla complicata, tant’è che l’Italia non è stata la prima ad averci pensato.Infatti paesi come Francia, Germania e Austria