Divorzio tra iGoogle e iPhone

Google offre agli utenti la possibilità di personalizzare la pagina iniziale, con il servizio iGoogle, tramite l’aggiunta di notizie, foto, previsioni meteo, gadget vari e altro ancora dal Web. Adesso, però, non prevede più la versione ottimizzata per i possessori di iPhone, lo smartphone targato Apple.In sostituzione si può utilizzare la versione mobile standard di

Parliamo di

Google offre agli utenti la possibilità di personalizzare la pagina iniziale, con il servizio iGoogle, tramite l’aggiunta di notizie, foto, previsioni meteo, gadget vari e altro ancora dal Web. Adesso, però, non prevede più la versione ottimizzata per i possessori di iPhone, lo smartphone targato Apple.

In sostituzione si può utilizzare la versione mobile standard di iGoogle. Google ha affermato, tramite alcuni portavoce, che il tutto è stato deciso allo scopo di far visualizzare a tutti i possessori di smartphone la stessa versione della pagina.

Forse la crisi economica ha fatto la sua parte? Un taglio di servizi inutili e poco fruttuosi potrebbe giovare anche a Google. C’è da dire, in questo caso, che entra in gioco anche la rivalità iPhone-G1(lo smartphone targato Google): Apple domina il mercato degli smartphone e i rapporti di vendita sono di 6 a 1.

Una piccola vendetta di Google o una decisione prettamente mirata a tagliare i costi aziendali? In ogni caso, viste le differenze di vendita, il taglio del servizio non potrà sicuramente giovare a guadagnare terreno su Apple a favore di Android/G1.

Ti potrebbe interessare