QR code per la pagina originale

Android 2.0 Donut in mostra al Google I/O

,

Nemmeno il tempo di testare i primi dispositivi equipaggiati con Android 1.5 che bigG, in occasione del Google I/O in scena proprio in questi giorni a San Francisco, non ha perso tempo per stuzzicare la fantasia di sviluppatori e utenti, attraverso la dimostrazione pratica di alcune delle funzionalità che verranno introdotte nella versione 2.0, nome in codice “Donut”.

Una di queste riguarda la cosiddetta Universal Search, caratteristica che permette di effettuare ricerche sia all’interno del proprio telefono (calendario, musica, contatti, file, documenti ecc.) che in rete, con un solo semplice passaggio.

Gli sviluppatori potranno poi usufruire, per la creazione delle proprie applicazioni, delle funzionalità offerte dalle nuove API in merito all’implementazione della ricerca vocale.

Infine, Google ha anche mostrato come sarà possibile interagire attraverso la “scrittura” vera e propria dei testi sul display dei dispositivi.

In pratica, senza ricorrere alla tastiera virtuale, sarà sufficiente utilizzare le proprie dita come se fossero una penna e il touchscreen come un foglio di carta, per permettere al software di riconoscere la propria calligrafia al fine di eseguire velocemente alcune operazioni.

Nessun cambiamento estetico pare essere stato ad oggi apportato all’interfaccia utente ma, considerando i progressi fatti in questo ambito dalla versione 1.0 alla 1.5, non c’è da dubitare che Google stia lavorando anche in questa direzione.