In arrivo una versione “light” di nVidia Ion?

La piattaforma Ion di nVidia integra la scheda video GeForce 9400M che possiede prestazioni molto superiori a quella integrata nel chipset Intel presente nella piattaforma Atom.Purtroppo sono pochi i produttori che scelgono la soluzione nVidia, sia per motivi di costi, sia a causa del comportamento non proprio corretto da parte di Intel.Per cercare di ottenere

La piattaforma Ion di nVidia integra la scheda video GeForce 9400M che possiede prestazioni molto superiori a quella integrata nel chipset Intel presente nella piattaforma Atom.

Purtroppo sono pochi i produttori che scelgono la soluzione nVidia, sia per motivi di costi, sia a causa del comportamento non proprio corretto da parte di Intel.

Per cercare di ottenere una maggiore diffusione del suo prodotto dedicato a sistemi netbook/nettop, nVidia ha in procinto di lanciare la versione Ion LE (Light Edition?), ridotta in termini di funzionalità e costo, per il mercato entry level.

In pratica verrà garantito il supporto solo alle librerie DirectX 9 e conseguentemente la compatibilità totale solo con Windows XP. Ovviamente sarà sempre possibile installare Windows Vista e Windows 7, ma con Windows XP si otterranno prestazioni grafiche superiori, grazie allo sfruttamento ottimale della scheda video integrata.

L’unico dubbio circa la validità di questa nuova versione riguarda la disponibilità del sistema operativo Microsoft. Windows XP sarà in vendita per netbook e nettop fino al mese di giugno 2010.

Ti potrebbe interessare
Sandy Bridge-E a novembre con funzionalità ridotte
sandybridge

Sandy Bridge-E a novembre con funzionalità ridotte

Nella fascia alta del mercato, Intel non ha rivali e, almeno teoricamente, non dovrebbe temere i prossimi processori Bulldozer di AMD dal punto di vista delle prestazioni pure. Nonostante questo, il chipmaker di Santa Clara non vuole perdere quote di mercato, a causa dei prezzi inferiori offerti dalla storica rivale e quindi ha fretta di

Cambridge Computer Z88

Cambridge Computer Z88

Il Cambridge Computer Z88 deriva dal “Progetto Pandora” che la Sinclair Research portò avanti verso la metà degli anni ’80 nel tentativo di realizzare una versione portatile dello Spectrum.Dopo che Sir Clive Sinclair vendette la divisione computer e il brand Sinclair ad Amstrad nel 1986, una nuova compagnia, Cambridge Computer Ltd, fu fondata per continuarne