QR code per la pagina originale

Google mette mano al mercato immobiliare?

Google porta avanti contemporaneamente due servizi dedicati al mercato immobiliare. Da una parte v'è una aggiunta a Google Maps dedicata al Real Estate; dall'altra v'è un nuovo tipo di pubblicità, detta Comparison Ads, per confrontare gli inserzionisti

,

Ulteriore indizio della volontà di Mountain View di mettere mano al mercato immobiliare è il servizio “Real Estate” inserito sotto il menu “More” di Google Maps. Scegliendo l’apposito layer da sovrapporre alle mappe, infatti, l’utente può identificare nella zona prescelta gli annunci presenti identificandoli direttamente tra le strade e gli edifici della cartografia Google.

Il servizio si propone di indicare gli annunci relativi a vendite e locazioni, il tutto su paesi quali Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda e India. L’Europa, quindi, rimane al momento al di fuori della portata. Le sinergie che scaturiscono sono del tutto interessanti poiché Google va ad offrire al mercato Real Estate un servizio di grande utilità che gli utenti potranno apprezzare in fase di ricerca: non solo le mappe, infatti, ma anche Google Street View permette di avere importanti informazioni circa edifici e contesti abitativi. Una semplice ricerca dal proprio Pc, insomma, permette all’utente di orientarsi prima ancora di visitare il luogo e di contattare l’agenzia di competenza. Le recenti novità sull’interfaccia di Google Maps e le qualità delle opzioni legate a Google Sketchup rappresentano semplicemente un ulteriore miglioramento qualitativo della base di lavoro: il substrato è pronto e Google sta ora proponendo la propria offerta alle agenzie.

Chi vuol trovare, sa dove cercare. Chi vuol farsi trovare, sa dove andare a posizionare i propri annunci. Google, come da miglior tradizione, si inserisce nel mezzo cercando nell’advertising la miglior forma di remunerazione per i servizi gratuiti offerti mediante la semplice organizzazione strutturata delle informazioni raccolte.

Curioso è notare come, con un link diretto tra i due servizi, Google potrebbe completare l’intera filiera: dalla ricerca dell’abitazione all’offerta di un finanziamento. Il Comparison Ads, infatti, nasce come un servizio generale il cui primo esempio sbandierato è però proprio quello dei finanziamenti di investimento; il nuovo layer per Google Maps, al contempo, è un servizio dedicato che si nasconde dietro un menu ed un piccolo annuncio su un blog del gruppo. Al momento le parti rimangono separate, probabilmente per una certa cautela iniziale o forse per non scoprire ancora le carte. Le basi del servizio sono però gettate: si tratta soltanto di unire due tasselli fatti apposta per incastrarsi uno con l’altro.