iOS 4.1 e iPhone SDK 4.1, rilasciata la prima beta

Nella nottata Apple ha rilasciato la prima versione beta dell’aggiornamento, già annunciato, riguardante il sistema operativo dei suoi dispositivi mobili. Il principale motivo per cui è in fase di realizzazione la versione 4.1 è da ricercarsi nei problemi di ricezione di iPhone 4.Apple, infatti, oltre a aver ammesso i problemi hardware di iPhone 4, ha

Nella nottata Apple ha rilasciato la prima versione beta dell’aggiornamento, già annunciato, riguardante il sistema operativo dei suoi dispositivi mobili. Il principale motivo per cui è in fase di realizzazione la versione 4.1 è da ricercarsi nei problemi di ricezione di iPhone 4.

Apple, infatti, oltre a aver ammesso i problemi hardware di iPhone 4, ha spiegato che il sistema con cui veniva calcolata la ricezione del dispositivo era errata e in questa nuova versione di iOS sarà presente una nuova equazione suggerita da AT&T realizzata per colmare questa lacuna.

Inoltre le barre di segnale sono state rese un po’ più alte, in particolare le tre più piccole, in modo da facilitarne l’utilizzo e il riconoscimento da parte degli utenti. Con questo stratagemma Apple è convinta che alcuni dei problemi di iPhone 4 verrebbero risolti visto che derivano prevalentemente dal fatto che con iOS 4 il segnale riportato sul display è maggiore di quello effettivo.

Al momento è troppo presto per avere dei riscontri dagli utenti e sapere se l’aggiornamento, seppur ancora in versione beta, riesce a colmare le lacune di iPhone 4. Tuttavia i ragazzi di MacRumors hanno già ricevuto alcuni report negativi da parte di utenti che hanno dichiarato che in sostanza non è cambiato nulla.

Apple ha spiegato che in luoghi con bassa ricezione l’iPhone 4 indica due tacche di segnale aggiuntive. Quando l’utente afferra il dispositivo, facendogli perdere campo, la ricezione già scarsa diventa nulla dando l’impressione di perdere molto segnale quando la perdita effettiva è invece più contenuta.

Aspettiamo ulteriori report da parte di utenti e developer per avere un riscontro effettivo sull’utilità di questi aggiornamenti. Attendiamo inoltre la conferenza stampa di domani per eventuali chiarimenti da parte di Apple anche in merito a questo.

Ti potrebbe interessare
Wolfram-Alpha è davvero l’anti-Google?
Web e Social

Wolfram-Alpha è davvero l’anti-Google?

Fino a qualche giorno fa nessuno avrebbe mai osato contrastare il monopolio di Google ma, da un po’ di tempo a questa parte, pare che la tendenza stia cambiando. Nella blogosfera rimbalzano messaggi che individuano in Wolfram-Alpha il possibile sostituto o l’evoluzione futura di Google.Lo scopo del presente articolo non è quello di fornire informazioni

Tutti contro Microsoft: l’UE accetta l’ECIS
Business

Tutti contro Microsoft: l’UE accetta l’ECIS

La Commissione Europea ha accettato la candidatura dell’ECIS (European Committee for Interoperable Systems) tra gli accusatori di Microsoft nel processo antitrust contro Internet Explorer. Nell’ECIS ci sono gruppi quali Adobe, IBM, Nokia, Red Hat ed altri