AF-S NIKKOR 50mm f/1.8G, obiettivo per reflex digitali

Nital presenta AF-S NIKKOR 50mm f/1.8G, un obiettivo luminoso ed in grado di garantire ottime immagini. La lente, compatibile con tutti i modelli di reflex digitali Nikon, è adatto a professionisti ed amatori.

Parliamo di

Nital, importatore ufficiale Nikon in Italia, ha di recente presentato il nuovo obiettivo NIKKOR 50mm f/1.8G, compatibile con le reflex digitali per professionisti, quali D3S e D700 e impiegabile anche sui dispositivi con formato DX, come D7000 e la nuovissima D5100.

L’obiettivo, a detta dei produttori, presenta un sistema ottico in grado di soddisfare professionisti ed amatori, garantendo una qualità delle immagini sorprendente. Il dispositivo, infatti, risulta efficace anche quando le condizioni di illuminazione sono scarse o quando è richiesta poca profondità di campo e permette, ad esempio, di realizzare bellissimi ritratti con un effetto bokeh uniforme.

I vertici di Nikon si sono dichiarati molto soddisfatti del risultato ottenuto dalla progettazione di questo obiettivo:

Questo 50 mm è un secondo obiettivo ideale e permette agli esigenti e appassionati utenti delle reflex digitali di spingersi oltre l’obiettivo in dotazione, al fine di esplorare le molteplici possibilità creative che la luce naturale può offrire. Come, per esempio, gli sfondi piacevolmente sfocati nei ritratti e le riprese facili in condizioni di scarsa illuminazione.

Da segnalare, infine, che NIKKOR 50mm f/1.8G pesa solo 185 grammi, e ciò lo rende senza dubbio un secondo obiettivo ideale perché può essere comodamente inserito nella borsa e impiegato all’occorrenza. Inoltre, esso è dotato di un corpo metallico in grado di resistere in qualsiasi condizione atmosferica, per fotografi che non si fermano davanti a nessun ostacolo.

Ti potrebbe interessare
Con il Grafene, reti Internet più veloci di 10 volte
Prezzi e tariffe

Con il Grafene, reti Internet più veloci di 10 volte

Chi conosce il Grafene? Probabilmente in pochi, eppure da molti è indicato come uno dei possibili successori del silicio per quanto riguarda la realizzazione delle reti del futuro. Questo materiale particolare aveva però un problema non da poco e cioè la sua scarsa efficienza nell’assorbire la luce, cosa che ne impediva l’utilizzo in molti progetti