Mercato tablet sempre più a picco

IDC ha evidenziato la crisi del mercato dei tablet che dura da oltre sei mesi, nonostante la disponibilità di modelli per tutte le fasce di prezzo.

IDC conferma il brutto momento per il mercato dei tablet, evidenziato due settimane fa da Forrester Research. Nel secondo trimestre del 2015, le consegne di questa tipologia di dispositivi è diminuita del 7% rispetto allo stesso periodo del 2014 e del 3,9% rispetto al primo trimestre dell’anno. In soli sei mesi, il numero di unità si è ridotto di quasi il 50%.

Complessivamente, nel secondo trimestre sono stati distribuiti 44,7 milioni di tablet con una diminuzione di 3,3 milioni rispetto al 2014. La crisi del mercato è più grave del previsto, in quanto le statistiche di IDC includono anche i cosiddetti dispositivi ibridi o 2-in-1, sui quali molti produttori hanno puntato per cercare di attirare i consumatori. Apple e Samsung occupano ancora i primi due posti della classifica, rappresentando il 41,5% del totale, ma il loro market share è diminuito del 4,2% in un anno. Le unità consegnate dai due produttori sono 10,9 e 7,6 milioni rispetto a 13,3 e 8,6 milioni del 2014.

Nella top 5 ci sono anche Lenovo, Huawei e LG, ma le loro quote sono marginali. Per questi produttori, IDC ha tuttavia registrato dati piuttosto positivi. Per Lenovo non ci sono state grandi variazioni rispetto al 2014 (da 2,4 a 2,5 milioni di unità), mentre il numero di tablet consegnati da Huawei e LG è più che raddoppiato.

Ma quali sono le cause di questo declino? «Cicli di vita più lunghi, concorrenza dei phablet e la possibilità di installare le ultime versioni dei sistemi operativi sui vecchi modelli hanno soffocato l’entusiasmo iniziale per questi dispositivi», ha dichiarato Jitesh Ubrani, Senior Research Analyst di IDC.

Ti potrebbe interessare