QR code per la pagina originale

UberBOAT, il ride sharing acquatico in Croazia

Il servizio UberBOAT ha fatto nel corso del weekend il suo debutto ufficiale in Croazia: il modello del ride sharing applicato al trasporto in acqua.

,

Non solo auto: il colosso del ride sharing sta sperimentando l’impiego di velivoli a decollo verticale ed elicotteri nel tentativo di rivoluzionare il concetto di mobilità in ambito urbano e, in alcune location sparse per il mondo, anche quello di imbarcazioni. È quanto offre il servizio UberBOAT che in questi giorni fa il suo debutto ufficiale anche in un paese molto vicino al nostro: la Croazia.

UberBOAT

Più precisamente, Uber offre ora la possibilità di spostarsi tra Spalato e Dubrovnik, così come di raggiungere l’isola di Lèsina, navigando sulle acque del Mar Adriatico. La prenotazione del viaggio può essere effettuata, come al solito, tramite l’applicazione mobile in pochi e semplici passaggi. Va precisato che i prezzi non sono dei più accessibili: circa 340 euro per spostarsi dalla terraferma all’isola, con la spesa che sale se aumenta il numero dei passeggeri (fino a 12 in un solo viaggio). Altre città al momento coperto dal servizio sono Miami, Boston, Istanbul, Cannes e Baltimora. Non è dato a sapere se il gruppo ha intenzione di portarlo altrove in futuro. Quella visibile nell’immagine di seguito è una delle imbarcazioni impiegate

Anche in Croazia, così come in Italia, il business di Uber deve fare i conti con le proteste sempre più veementi del mondo taxi. La categoria è ormai da tempo sul piede di guerra e chiede che il servizio sia letteralmente bandito dal paese, poiché ritenuto illegale. Una questione delicata e spinosa, che necessita in tempi brevi di un intervento deciso da parte delle autorità e del legislatore, così da poter trovare una soluzione in grado di tutelare i diritti di entrambe le parti in gioco.