QR code per la pagina originale

Magic Leap One, smart glass per la mixed reality

Magic Leap One, in vendita nel 2018, è un sistema per la realtà mista con occhiali (Lightwear), computer portatile (Lightpack) e controller (Control).

,

La startup, fondata nel 2010 e finanziata da vari investitori, tra cui Google e Qualcomm, ha finalmente svelato il suo sistema per la mixed reality. Magic Leap One è composto da tre parti, una coppia di occhiali, un piccolo computer e un controller. L’azienda ha usato il termine “Creator Edition” per indicare il target principale, ovvero gli sviluppatori di contenuti. L’avveniristico gadget arriverà sul mercato nel corso del 2018.

Il lavoro di Magic Leap è rimasto un mistero per molti anni. Nessuno aveva mai visto un prototipo, fino all’inizio di febbraio, tanto da far nascere dubbi sulle capacità del visore. Nonostante ciò, l’azienda ha ricevuto quasi 2 miliardi di dollari e raggiunto una valutazione di 6 miliardi di dollari. Quello annunciato oggi è il sistema di nona generazione, la prima che sarà disponibile al pubblico. Come detto, Magic Leap One è formato da tre componenti: Lightwear, Lightpack e Control.

Lightwear sono smart glass leggeri e confortevoli che verranno offerti in due dimensioni e potranno essere utilizzati anche insieme agli occhiali da vista. Per creare il mondo virtuale e inserire gli oggetti digitali nel mondo reale vengono sfruttate diverse tecnologie per la mappatura dell’ambiente e il tracciamento della posizione. La tecnologia Digital Lightfield permette di generare una luce digitale a differenti profondità che si fonde con la luce naturale, in modo da ingannare il cervello e consentire all’utente di vedere oggetti virtuali. Negli occhiali sono integrate sei videocamere, due altoparlanti e quattro microfoni.

Magic Leap One

Lightwear è collegato a Lightpack, un piccolo computer di forma circolare che può essere fissato alla cintura del pantalone. All’interno ci sono vari componenti, tra cui CPU, GPU e batteria, ma non sono note le specifiche complete. Il CEO Rony Abovitz ha dichiarato solo che la potenza è simile a quella di un MacBook Pro e un PC Alienware. Control è infine il controller con feedback aptico e sei gradi di libertà.

Magic Leap One supporta diversi tipi di input, tra cui gesture, comandi vocali e tracciamento oculare. Il sistema sarà disponibile all’inizio del 2018 insieme a tutto l’occorrente per gli sviluppatori (SDK, tool e documentazione). Il prezzo non è stato comunicato. Una delle prime app è Tónandi, realizzata in collaborazione con il gruppo rock Sigur Rós.

Fonte: The Verge