Fujifilm X-E3: sensore e sistema AF

Sensore X-Trans CMOS III da 24,3 megapixel, unità X-Processor Pro e sistema evoluto per la messa a fuoco: nel cuore della mirrorless Fujifilm X-E3.

Per catturare l’immagine perfetta è necessario che tutte le componenti della fotocamera lavorino in sintonia, ognuna svolgendo la propria specifica funzione e operando in simultanea per confezionare lo scatto voluto dall’utente, sulla base dei parametri impostati. Diamo uno sguardo a ciò che si nasconde all’interno di un corpo macchina dalle dimensioni compatte e dallo stile vintage come quello della Fujifilm X-E3.

Fujifilm X-E3: il sensore

La luce che attraversa l’obiettivo arriva a impressionare il sensore X-Trans CMOS III da 24,3 megapixel in formato APS-C, che grazie alla sua struttura (una matrice di pixel a elevata aperiodicità) riduce in modo significativo l’effetto moiré e aumenta la fedeltà dei colori riprodotti senza ricorrere all’impiego di un filtro ottico passa-basso. L’unità è inoltre progettata per dare il meglio di sé anche nelle situazioni dove c’è una scarsa illuminazione, con una gestione della sensibilità ISO che permette di contenere il rumore generato anche a valori elevati (fino a 12.800).

Il sensore X-Trans CMOS III da 24,3 megapixel (in formato APS-C) della mirrorless Fujifilm X-E3
Il sensore X-Trans CMOS III da 24,3 megapixel (in formato APS-C) della Fujifilm X-E3

Al suo fianco lavora instancabilmente X-Processor Pro, con prestazioni quattro volte superiori rispetto ai modelli precedenti e una memoria tampone più grande. L’accoppiata consente alla Fujifilm X-E3 di raggiungere i 14 fps in modalità raffica (5 fps se si attiva il Live View) e di registrare video in formato 4K con un framerate pari a 30 fps.

Il processore X-Processor Pro della mirrorless
L’unità X-Processor Pro della mirrorless

Fujifilm X-E3: il sistema AF

Il sistema AF integrato nella mirrorless si basa su un algoritmo di riconoscimento delle immagini che permette di seguire i soggetti in rapido movimento (si pensi ad esempio alla fotografia sportiva) con una rapidità raddoppiata rispetto ai modelli precedenti. È possibile scegliere tra 91 o 325 punti di messa a fuoco: i pixel dedicati al rilevamento di fase coprono il 50% della larghezza e il 75% dell’altezza dell’inquadratura.

Fujifilm X-E3: area AF rilevamento di fase
Fujifilm X-E3: area AF rilevamento di fase

X-E3 offre un AF Punto Singolo per la messa a fuoco precisa di un punto specifico, AF Zona per mantenere a fuoco un soggetto in movimento e Wide/Tracking AF, come visibile nell’immagine allegata di seguito. Queste tutte le modalità selezionabili.

  • AF-S + Single Point: per mettere a fuoco un punto specifico;
  • AF-S + Zone: per catturare soggetti in un’area AF grande;
  • AF-S + Wide: per mettere a fuoco automaticamente un soggetto in un’inquadratura ancora maggiore;
  • AF-C + Single Point: per la messa a fuoco continua di un punto;
  • AF-C + Zone: per seguire un soggetto all’interno di un’area selezionata;
  • AF-C + Tracking: per l’inseguimento continuo di un soggetto nell’inquadratura.
Fujifilm X-E3: modalità AF
Fujifilm X-E3: modalità AF
Ti potrebbe interessare
Da Tim arriva “Internet Senza Limiti”
Prezzi e tariffe

Da Tim arriva “Internet Senza Limiti”

Tim, ha proposto al pubblico, un nuovo abbonamento dati per la sua banda larga mobile, dedicato a chi necessita di un “qualcosa di più”. Non parliamo di un abbonamento che possa essere utilizzabile al posto della classica adsl, ma di un pacchetto che andrà bene a chi sfrutta molto la rete mobile sia per lavoro

Bing abbraccia Twitter per le ricerche in tempo reale
Microsoft

Bing abbraccia Twitter per le ricerche in tempo reale

Bing, il nuovo search engine di Microsoft, includerà tra le proprie SERP gli aggiornamenti di alcuni profili Twitter.Al momento non tutta la community del popolare social network è stata inclusa nell’algoritmo di ricerca, ma solo alcune migliaia di iscritti che a Redmond hanno giudicato come i più prolifici e seguiti. Tra questi, sul blog ufficiale,

Microsoft vuole più frequenze per il WiFi
Software e App

Microsoft vuole più frequenze per il WiFi

Bill Gates non ha dubbi: per diffondere capillarmente il WiFi sono necessarie le frequenze televisive ancora libere. Da tempo Microsoft lavora a nuove antenne per il wireless a lungo raggio. Non mancano le critiche al Congresso sulle scelte per il WiFi