QR code per la pagina originale

MIT, robot carpentieri per mobili su misura

Il MIT ha creato degli speciali robot carpentieri che permettono di realizzare autonomamente pezzi per i mobili su misura in poco spazio.

,

Se si vuole costruire un mobile su misura, di solito si deve sapere come utilizzare martelli, seghe e cacciaviti e dedicare giorni sia alla progettazione che alla realizzazione di ogni pezzo. I ricercatori del MIT sembra, però, che abbiano in mente una soluzione alternativa molto più comoda e pratica, puntando tutto sui robot. Questa soluzione si chiama “AutoSaw” e trattasi di una sorta di robot carpentiere che permette di costruire un mobile senza correre il rischio di tagliarsi le dita.

Questa piattaforma ideata dai ricercatori del MIT si compone di due parti, una software ed una hardware. Gli utenti potranno utilizzare una sorta di sistema CAD per creare i modelli digitali dei loro mobili. Questi disegni digitali saranno poi trasmessi ai robot carpentieri che preleveranno il materiale ed inizieranno a sagomarlo per realizzare i pezzi di cui è fatto il mobile. L’ultimo step, quello dell’assemblaggio, sarà ad appannaggio delle persone che con un po’ di chiodi, viti e colla potranno assemblare facilmente il loro mobile. Questi speciali robot presentano forme e dimensioni differenti a seconda del tipo di lavoro che dovranno svolgere. I ricercatori del MIT, per esempio, hanno utilizzato un aspirapolvere Roomba dotandolo di sega circolare per tagliare il legno.

AutoSaw è attualmente limitato a oggetti domestici comuni come sedie, scrivanie e tavoli. Tuttavia, l’obiettivo finale è di allargare questa soluzione a progetti più complessi e di introdurre la possibilità anche di consentire l’assemblaggio automatico dei pezzi per realizzare prodotti finiti.

I ricercatori del MIT puntano, in buona sostanza, a democratizzare la costruzione dei mobili su misura. Già oggi i mobili possono essere assemblati automaticamente ma trattasi di un processo che richiede l’utilizzo di grandi macchine industriali. Questo progetto, invece, vuole portare l’assemblaggio automatico dei mobili direttamente dentro le case delle persone.

In un futuro lontano, dunque, le persone potranno personalizzare personalmente i progetti dei loro mobili e i costruttori arriveranno direttamente a casa dei clienti per costruire in loco pezzo dopo pezzo i mobili.

Fonte: The Verge • Immagine: MIT