QR code per la pagina originale

Strava semplifica le opzioni sulla privacy

La versione più recente di Strava include una semplice opzione che permette di disattivare la condivisione dei dati utilizzati per creare le heat map.

,

Ha fatto molto scalpore la pubblicazione, da parte di molti soldati statunitensi, della posizione delle basi militari in alcune zone di guerra, come Siria, Afghanistan e Somalia, attraverso una funzionalità dell’app Strava. Dopo le polemiche sollevate dagli esperti di sicurezza, la software house ha deciso di semplificare le impostazioni per rendere anonime le informazioni più sensibili.

La funzionalità incriminata si chiama Global Heat Map e consente agli utenti di condividere i percorsi preferiti che vengono mostrati su una mappa colorata visibili a tutti. Tra le numerose coordinate GPS sono finite anche quelle delle basi militari, in quanto i soldati statunitensi non hanno disattivato l’opzione specifica. Mentre la versione web ha una sezione dedicata facilmente accessibile, nelle app per Android e iOS è nascosta all’interno di vari menu. In ogni caso, una volta trovata, riporta alla sezione web.

James Quarles, CEO di Strava, aveva promesso di migliorare la funzionalità per garantire la massima privacy degli utenti. Ciò è avvenuto a fine febbraio, sebbene la novità non è stata menzionata nelle note di rilascio dell’aggiornamento. Nell’app per iOS (e quasi certamente in quella per Android) è ora presente una semplice opzione che permette di effettuare un opt-out e quindi di rendere anonimi i dati utilizzati per creare le heat map.

Un opt-in sarebbe stata la soluzione migliore, ma la condivisione delle coordinate di luoghi pubblici non ha nessuna conseguenza negativa per altre persone.

Fonte: Engadget • Immagine: Strava