QR code per la pagina originale

Amazon, la beneficenza si fa con Alexa

Amazon permette di effettuare donazioni ad enti di beneficenza direttamente con la voce attraverso l'assistente Alexa e Amazon Pay.

,

Amazon permette di effettuare una donazione con il solo ausilio della voce utilizzando il suo assistente Alexa. Il gigante dell’ecommerce, infatti, ha annunciato una nuova funzione per il suo assistente vocale, Alexa Donations, che si integra con il suo servizio Amazon Pay. Gli utenti che possono utilizzare Alexa potranno semplicemente pronunciare la frase “Alexa, dona 10 dollari all’Unicef” o scegliere tra i molti enti di beneficenza che Amazon supporta.

In alternativa è possibile anche pronunciare la frase “Alexa fai una donazione” e l’assistente vocale di Amazon chiederà agli utenti l’ente a cui corrispondere la donazione e la somma di denaro da devolvere. Per effettuare automaticamente le transazione economica, l’assistente utilizzerà Amazon Pay, un servizio del gigante dell’ecommerce che permette di sfruttare le credenziali del proprio account Amazon anche all’interno di altri portali di ecommerce, semplificando la procedura di checkout.

Attualmente, gli utenti possono scegliere tra 48 enti di beneficenza e non profit tra cui la Croce Rosa americana, la Wikimedia Foundation e tanti altri ancora. Amazon, all’interno di un comunicato stampa, ha affermato che questa lista è destinata ad allungarsi nel tempo.

Secondo la società di Jeff Bezos, oltre un milione di persone ha utilizzato Amazon Pay per donare ad enti di beneficenza già prima che Alexa Donations fosse lanciata. Questo nuovo servizio dovrebbe quindi facilitare le donazioni ad enti di beneficenza. Inoltre, questa nuova opportunità permette di aumentare le già ricche potenzialità di Alexa e dimostrare come gli assistenti vocali possano essere utili nella vita di tutti i giorni.

Al momento, non essendo Alexa ancora presente in Italia, questa opportunità offerta da Amazon non può essere sfruttata dagli utenti italiani.

Fonte: The Verge