QR code per la pagina originale

Il video di John Legend filmato con un Pixel 2

Il video di A Good Night, nuovo singolo di John Legend realizzato in collaborazione con BloodPop, è stato registrato interamente con lo smartphone Pixel 2.

,

Le capacità degli smartphone per quanto riguarda l’acquisizione delle immagini e la registrazione dei video si fanno sempre più evolute, tanto che alcuni filmmaker professionisti hanno deciso di abbandonare i tradizionali dispositivi per affidarsi a un telefono quando si tratta di realizzare un nuovo progetto. È il caso della clip che accompagna il nuovo singolo del cantante statunitense John Legend.

Il video di A Good Night, brano registrato in collaborazione con il produttore BloodPop, è stato realizzato interamente con un Pixel 2. L’ottima qualità del risultato finale è merito anche della tecnologia chiamata Fused Video Stabilization che come si può intuire già dal nome fonde due diversi sistemi dedicati alla stabilizzazione delle riprese: uno ottico (Optical Image Stabilization) e un altro elettronico (Electronic Image Stabilization). A farli collaborare i complessi algoritmi di machine learning che elaborano le informazioni relative al movimento del device captate dai sensori a bordo. Di seguito il filmato, di cui consigliamo la visione anche a chi non è appassionato del genere musicale.

Quella tra John Legend e Google è una collaborazione che di recente ha visto il cantante protagonista di uno spot relativo alle funzionalità offerte dall’assistente virtuale.

Pixel 2 non è il primo smartphone ad essere impiegato in un progetto di questo tipo. Il regista Steven Soderbergh, per la sua ultima pellicola Unsane (un thriller psicologico) appena giunta nelle sale d’oltreoceano, ha utilizzato esclusivamente un iPhone 7 Plus. Tornando al video di John Legend, i responsabili hanno reso noto che per alcune scene sono stati utilizzati particolari accorgimenti in termini di illuminazione e che l’applicazione standard di Google è stata sostituita da una sviluppata da terze parti che consente una maggiore libertà d’azione per quanto riguarda i controlli in fase di acquisizione.

Immagine: johnlegendVEVO