QR code per la pagina originale

Volkswagen sperimenta il parcheggio autonomo

Volkswagen ha iniziato a testare un sistema di parcheggio autonomo che in futuro permetterà alle auto di parcheggiare completamente da sole.

,

Volkswagen ha iniziato a sperimentare presso l’aeroporto di Amburgo un sistema di parcheggio autonomo che spera di implementare su alcuni modelli di serie del suo Gruppo a partire dal 2020. Per il costruttore tedesco, l’integrazione di un sistema che permetterà alle auto di parcheggiare da sole è un nuovo passo in avanti verso un sistema di guida completamente autonoma che contribuirà alla creazione di una mobilità comoda e senza stress.

L’idea che sta alla base di questo progetto è che le persone arrivino alla meta, scendano comodamente dalla macchina e si allontanino sapendo che l’auto procederà autonomamente a trovare un parcheggio. Trattasi di un sogno per molte persone che vivono con “terrore” il momento di cercare un parcheggio in molte grandi e caotiche strutture. Per Volkswagen saranno le vetture a dover cercare un parcheggio, lasciando libere le persone che potranno, così, anche ottimizzare i tempi morti della giornata. Volkswagen ha quindi deciso di voler sperimentare questo suo progetto all’interno di un parcheggio multipiano dell’aeroporto di Amburgo.

I veicoli adottati per questo test disporranno di una sorta di sistema di guida autonoma che sfrutterà una serie di dati cartografici del parcheggio oltre a degli indicatori visivi ed una serie di sensori per orientarsi e per muoversi in sicurezza. Inizialmente questi veicoli opereranno in assenza di altre autovetture ma se i test saranno positivi, in futuro la sperimentazione si sposterà in aree aperte al traffico delle auto comuni con l’obiettivo di fare in modo che queste macchine possano parcheggiare davvero ovunque.

Il tutto si gestirà attraverso un’app per smartphone. Le persone, infatti, potranno prenotare il parcheggio e il ritiro della macchina in tutta comodità attraverso un’applicazione apposita. Una volta parcheggiate, le auto potranno essere sfruttate anche per alcuni servizi di valore aggiunto. Per esempio, potranno essere utilizzate come punti di consegna per i pacchi.

E se le auto fossero elettriche o plug-in si andranno a posizionare in appositi parcheggi dove si collegheranno ad una colonnina che caricherà le batterie. Anche i pagamenti del parcheggio saranno del tutto automatizzati sempre attraverso l’applicazione per smartphone.

Lo sviluppo di questa piattaforma richiederà del tempo e Volkswagen conta di far debuttare questo sistema di parcheggio automatico all’inizio del prossimo decennio. Probabilmente, i primi modelli a disporne saranno quelli di fascia alta del Gruppo automobilistico.

Fonte: Volkswagen • Via: Engadget • Immagine: Volkswagen