QR code per la pagina originale

Oculus Half Dome, visore VR con schermo varifocale

Il prototipo Half Dome possiede lenti con messa a fuoco variabile, campo visivo di 140 gradi e sistema di tracciamento delle mani nel mondo virtuale.

,

Facebook ha annunciato il nuovo Oculus Go durante la conferenza F8 di San Jose. L’azienda di Menlo Park ha inoltre mostrato un prototipo, denominato Half Dome, che potrebbe in futuro diventare un prodotto commerciale. Il visore per la realtà virtuale rappresenta l’evoluzione dell’attuale Oculus Rift con tre principali novità: display varifocale, maggiore campo visivo e tracciamento delle mani.

Half Dome ha un design simile ad Oculus Rift, ma frontalmente si notano 11 piccoli cerchi che indicano probabilmente la presenza di sensori per il tracciamento posizionale. Le vere differenze sono nascoste all’interno. La prima è il sistema meccanico che muove le lenti davanti agli occhi durante l’uso delle applicazioni. Facebook ha usato il termine display varifocale per descrivere la tecnologia che permette la messa a fuoco variabile. Non è noto tuttavia se lo spostamento automatico delle lenti richiede una “eye-tracking camera” che legge la distanza focale.

Il prototipo mostrato durante il keynote possiede un campo visivo di 140 gradi (quello di Oculus Rift è 110 gradi), quindi gli utenti avranno una visione periferica più ampia. L’azienda non ha fornito informazioni sul tipo di lenti, né sul tipo e risoluzione del display. È stato infine mostrato il sistema di tracciamento delle mani che permette anche di manipolare gli oggetti nel mondo virtuale.

Le lenti varifocali e il campo visivo più ampio erano stati argomenti della conferenza F8 2016, insieme alla maggiore risoluzione dello schermo (fino a 4Kx4K). In quell’occasione era stata indicata una timeline di cinque anni. Ciò significa che Half Dome potrebbe arrivare sul mercato nel 2021.

Fonte: ArsTechnica • Immagine: ArsTechnica