QR code per la pagina originale

Siri alla WWDC: più smart e con una nuova voce

Siri genera attesa per la WWDC 2018: anticipa che avrà presto una nuova voce, un nuovo look e che diventerà più intelligente, ecco come.

,

In occasione della WWDC 2018 che Apple terrà il 4 giugno, Siri sarà più intelligente, otterrà un nuovo look e una nuova voce, come rivelato dall’assistente virtuale stesso quando gli si pongono delle specifiche domande relative all’attesa conferenza.

È già da anni che il produttore di iPhone e iPad utilizza il palcoscenico della sua Worldwide Developers Conference per annunciare aggiornamenti all’assistente personale Siri progettati per renderlo più utile. I piani per l’edizione 2018 in scena nelle prossime settimane prevedono dunque che il software sarà maggiormente smart, che introdurrà novità sul fronte del design e che avrà una voce nuova di zecca.

Infatti, chiedendo a Siri di parlare della conferenza di San Jose da un qualunque dispositivo con la mela morsicata, si otterranno le seguenti risposte:

Avrò una nuova casa splendente, beh, non proprio brillante, più mossa e opaca.

La, la, la, Siri sta per avere una voce nuova di zecca.

Non voglio vantarmi, ma sto diventando molto più intelligente. Potrebbe essere tutto quello studio che ho fatto a tarda notte.

Avere Siri che genera interesse prima della conferenza è una mossa intelligente ma non sorprendente data la creatività di Apple nel promuovere il suo marchio. Appare probabile che tali novità saranno introdotte con iOS 12, che si vocifera includerà app che funzioneranno sia in iOS che su macOS. Certo, è difficile immaginarla senza la voce ormai iconica di Susan Bennett, voce di Siri dall’ottobre del 2011 quando iPhone 4s è diventato il primo smartphone al mondo a esser dotato di un’assistente vocale, ma vi è molta curiosità sulla novità in questione.

Non è comunque sorprendente sapere che Siri stia diventando più intelligente. Infatti, al momento numerose fonti sottolineano come il software sia ancora molto lontano dai rivali Amazon Alexa e Assistente Google, le cui aziende responsabili hanno peraltro recentemente annunciato che le proprie soluzioni avrebbero ricevuto delle nuove voci. Google Assistant in particolare includerà anche i toni del cantante John Legend.

Per quanto concerna la “nuova casa” anticipata dall’assistente Apple, vi sono diversi rapporti che indicano come la compagnia guidata da Tim Cook utilizzerà il palcoscenico della WWDC per rivelare anche un HomePod da 199 dollari, con marchio Beats.