QR code per la pagina originale

Disney Stickman, robot acrobata che fa le capriole

Si chiama Disney Stickman ed è un innovativo robot dall'aspetto strano capace di eseguire acrobazie complicate, come la capriola, come fanno alcuni umani.

,

I ricercatori della Disney hanno inventato un robot dall’aspetto strano in grado di effettuare acrobazie aeree proprio come fanno i migliori acrobati, salti mortali veri e propri che realizza grazie ad alcuni sofisticati hardware e software di cui è dotato. Si chiama Stickman e il nome deriva proprio dal fatto che è privo di testa, braccia e gambe.

«Stickman emula il comportamento degli artisti umani utilizzando un set molto limitato di capacità di rilevamento e attivazione», scrive il team sull’articolo pubblicato per illustrare al mondo tale creazione. «È in grado di eseguire con successo diverse acrobazie come la capriola cambiando l’orientamento iniziale». Il video diramato per l’occasione mostra il robot acrobatico in azione, dimostrando che si tratta di qualcosa di più di un semplice concetto divertente:

A livello tecnico, l’invenzione ha due gradi di libertà e un pendolo che utilizza per lanciarsi nell’aria dopo aver oscillato su una corda; riesce a eseguire acrobazie complicate come il backflip tramite un rilevatore di distanza laser incorporato e un’unità di misura inerziale a sei assi (giroscopio + accelerometro) che calcolano la sua posizione durante il volo e di conseguenza ne regolano il posizionamento.

Chiaramente, Stickman della Disney non è in procinto di competere con acrobati e ginnaste, almeno per il momento, anche perché non ha nemmeno un corpo umanoide. Tuttavia, si tratta di un inizio importante che potrebbe introdurre delle novità in futuro come ad esempio la messa in scena di uno spettacolo acrobatico dedicato al pubblico umano. Potrebbe anche aiutare i robot a superare gli ostacoli che la maggior parte delle persone considererebbe insuperabili e consentire loro di non danneggiarsi o distruggersi quando cadono da altezze elevate, con un grado di manovrabilità che potrebbe rivelarsi una vera e propria innovazione nelle situazioni in cui tali tecnologie saranno utilizzate al servizio dei soccorsi.

Fonte: Disney Research • Via: TechCrunch • Immagine: Disney Research