QR code per la pagina originale

TIM, nuove rimodulazioni dal primo luglio

TIM ha annunciato una serie di rimodulazioni che riguarderanno i clienti residenziali di rete fissa a partire dal prossimo primo di luglio.

,

TIM ha annunciato una serie di rimodulazioni che colpiranno i suoi clienti a partire dal prossimo primo di luglio. Per una volta, però, non ci sono solamente brutte notizie perché accanto ad una serie di rincari, arrivano anche alcuni piccoli sconti in bolletta. La prima novità riguarda la modifica di alcune condizioni contrattuali. A partire dal primo luglio, tutti coloro che hanno sottoscritto un piano Voce Senza Limiti, Tutto Senza Limiti, Tutto, Tutto Voce, TIM Smart, Smart e Internet Senza Limiti, si vedranno rincarare il loro abbonamento di 2,5 euro al mese.

Tutti coloro che hanno sottoscritto, invece, un abbonamento Tuttofibra, Tuttofibra Plus e Internetfibra, riceveranno uno sconto in bolletta di 1 euro al mese. Tutti i clienti saranno avvisati della rimodulazione all’interno della bolletta di maggio. Queste modifiche sono state giustificate con la classica motivazione di consentire a TIM di continuare a fornire livelli di servizio in linea con le crescenti esigenze del mercato e di garantire i necessari investimenti sulle reti di nuova generazione. Come da prassi, tutti coloro che non vorranno accettare la rimodulazione potranno recedere dal loro abbonamento senza incorrere in penali.

Costi di disattivazione

Ulteriore novità la modifica dei costi di disattivazione. Sempre a partire dal prossimo primo di luglio, TIM ridurrà i costi di disattivazione per le linee basate sulla Fibra, eliminando la differenze con le linee Solo Voce e ADSL. Inoltre, TIM differenzierà i costi di disattivazione da quelli di passaggio ad altro operatore. I costi saranno i seguenti: 49 euro in caso di disattivazione della linea e di 35 euro in caso di passaggio ad altro operatore. Tutti i prezzi si intendono IVA inclusa.

Anche in questo caso è possibile non accettare le rimodulazioni e recedere dal contratto senza penali.

Il diritto di recesso può essere esercitato facendone richiesta dall’Area Clienti MyTIM Fisso, scrivendo alla Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma) o tramite PEC all’indirizzo clientiprivati@pec.telecomitalia.it, chiamando il Servizio Clienti linea fissa 187 o recandosi in un negozio TIM “diretto” (per l’elenco dei negozi diretti TIM vai su www.tim.it/negozi-tim o chiama il 187).

Per l’invio tramite posta o PEC, è necessario allegare una fotocopia del documento d’identità del titolare del contratto e specificare nell’oggetto della comunicazione: “Modifica delle condizioni contrattuali”.

E’ possibile recedere anche passando ad altro operatore, specificando la richiesta nella comunicazione di recesso. Se sulla linea sono in corso pagamenti rateali, (es. modem, TV, etc.), è possibile scegliere se continuare a pagare le rate fino alla scadenza o saldare le rate residue in unica soluzione, specificando la richiesta nella comunicazione di recesso. Nel caso in cui l’offerta attiva abbia un vincolo temporale di permanenza (es. perché hai beneficiato di offerte promozionali), non verranno addebitati gli importi contrattualmente previsti in caso di cessazione anticipata.

Per “addolcire la pillola”, TIM ha previsto due promozioni esclusive per i suoi clienti di rete fissa: 5GB di regalo per la linea mobile TIM ed una SIM dati gratis con 1GB al mese per navigare in mobilità.

Maggiori informazioni sul sito di TIM.

Fonte: TIM • Immagine: ViewApart via iStock