QR code per la pagina originale

Telegram per iOS, Apple ha bloccato gli update

In seguito al ban imposto dal governo russo, Apple ha bloccato la distribuzione degli aggiornamenti per la versione iOS di Telegram in tutto il mondo.

,

Il governo russo ha bloccato l’accesso al popolare servizio di messaggistica da metà aprile. Roskomnadzor, l’ente federale che supervisiona le comunicazioni nel paese, ha chiesto inoltre a Google e Apple di rimuovere le app Android e iOS dai rispettivi store. Pavel Durov, CEO di Telegram, ha dichiarato che l’azienda di Cupertino impedisce la distribuzione degli update in tutto il mondo.

Lo vicenda, che ha avuto inizio nel 2017, si arricchisce dunque di un un’altra puntata. La FSB (ex KGB) aveva chiesto le chiavi crittografiche utilizzate per cifrare i messaggi scambiati tra gli utenti, in quanto ritiene che Telegram viene usato dai terroristi per pianificare gli attacchi e pertanto è necessario intercettare i messaggi in nome della sicurezza nazionale. In seguito al rifiuto della software house, la FSB ha portato Telegram in tribunale, ottenendo una sentenza di condanna per l’azienda di Pavel Durov. La sentenza non è stata rispettata, per cui Roskomnadzor ha chiesto e ottenuto il ban per il servizio di messaggistica.

Alcune funzionalità di Telegram, tra cui gli sticker, non sono compatibili con iOS 11.4, l’ultima versione del sistema operativo rilasciata a fine maggio. È quindi necessario installare la nuova versione dell’app. Apple ha tuttavia bloccato gli aggiornamenti in tutto il mondo. Al momento non è chiaro perché l’azienda di Cupertino ha deciso di impedire la distribuzione degli update anche fuori dalla Russia.

Durov aggiunge inoltre che ciò ha avuto conseguenze sull’applicazione del nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati, in vigore dal 25 maggio. Gli utenti europei non hanno quindi il livello di controllo sui propri dati imposto dal GDPR.

Aggiornamento: Apple ha approvato la nuova versione 4.8.2 di Telegram, quindi gli utenti possono scaricarla dallo store. Non è ancora chiaro il motivo del blocco. L’azienda di Cupertino ha un mese di tempo per rimuovere l’app, altrimenti il governo russo potrebbe addirittura bloccare l’accesso all’intero App Store.

Fonte: Pavel Durov • Immagine: spacedrone808 via iStock