QR code per la pagina originale

5G è ufficialmente uno standard, si può partire

Il 5G è finalmente uno standard completo; adesso è finalmente possibile passare alla fase operativa per la realizzazione delle reti di nuova generazione.

,

Il 5G è finalmente diventato uno standard completo. Al Plenary Meeting 3GPP che si è tenuto a La Jolla in California, al cospetto di circa 600 delegati dei principali operatori di tutto il mondo, 3GPP, l’organizzazione che approva e gestisce gli standard della telefonia mobile, ha ufficializzato le regole che delineano i contorni del nuovo standard di comunicazione che punta a rivoluzione il mondo nei prossimi anni. Nello specifico, il 3GPP ha approvato le specifiche del 5G “standalone”. A fine 2017, infatti, l’organizzazione aveva già approvato le specifiche del 5G “non standalone“. Adesso, però, le specifiche del 5G sono state tutte definite e si può passare alla sua implementazione senza ulteriori attese.

Grazie alla definizione dello standard, infatti, le aziende sanno, adesso, in che direzione possono muoversi per realizzare le loro future reti ad altissime prestazioni. L’era del 5G può, dunque, iniziare ufficialmente. Questa nuova tecnologia permetterà, infatti, di rivoluzionare il mondo delle telecomunicazioni. Il 5G permetterà non solamente di poter disporre di maggiore capacità di banda ma anche di ottenere latenze ridottissime, compatibili con quelle di un collegamento in fibra ottica. Grazie a queste sue caratteristiche, il 5G potrà abilitare molti servizi di valore aggiunto nei settori delle connected car, delle Smart City, della medicina ed in moltissimi altri ancora.

Secondo l’ultimo Mobility Report di Ericsson, le prime reti 5G dovrebbero debuttare entro pochi mesi in America dove i principali operatori contano di partire tra la fine del 2018 e la prima metà del 2019. A livello globale, comunque, il 5G troverà le sue principali implementazioni a partire dal 2020. I dispositivi 5G di prima generazione sono attesi dalla seconda metà del 2018. Gli smartphone con supporto al 5G in banda media arriveranno all’inizio del 2019, mentre quelli con supporto per le bande ad alto spettro arriveranno verso la metà del 2019.

Piena soddisfazione da parte di TIM, per bocca di Enrico Bagnasco, Responsabile Technology Innovation della società italiana, che al riguardo ha affermato:

La consegna puntuale di Rel 15 è un altro grande passo in avanti nell’adozione di 5G per espandere l’attuale rete mobile in nuovi segmenti di mercato. Noi di TIM siamo particolarmente orgogliosi di aver contribuito al raggiungimento di questo traguardo assieme alla famiglia 3GPP. La disponibilità di un set completo di standard NSA e SA aprirà diverse opzioni per l’implementazione della nuova tecnologia, incrementando una nuova generazione di dispositivi.

Fonte: 3GPP • Immagine: Vertigo3d Lisboa, Portugal via iStock