QR code per la pagina originale

Tesla, Internet sarà anche a pagamento

Tesla farà pagare l'accesso ad Internet per i servizi premium presenti nelle sue auto a partire dal prossimo primo di luglio ma solo per i nuovi clienti.

,

La connettività Internet è stata una caratteristica importante dei veicoli di Tesla sin dal lancio della Model S nel 2012. La casa automobilistica americana utilizza la connettività mobile nei suoi veicoli per abilitare funzionalità di valore aggiunto come lo streaming audio, le mappe del traffico in tempo reale e tanto altro ancora. Sempre attraverso la rete dati arrivano anche gli aggiornamenti OTA che l’azienda rilascia ciclicamente alle sue auto per migliorarne le funzionalità. Sino ad oggi, la connettività dati era inclusa nel prezzo di vendita ma, adesso, le cose stanno per cambiare.

Tesla, infatti, ha deciso di offrire un pacchetto a pagamento chiamato “Premium Connectivity” che sarà offerto a partire dal prossimo primo di luglio. La possibilità che l’azienda americana potesse decidere di mettere la connettività Internet a pagamento era, comunque, nell’aria da tempo. Nel 2014, Tesla dichiarò che l’accesso ad Internet sarebbe stato libero e gratuito per 4 anni e poi si sarebbe dovuto pagare. Dunque, i più attenti possessori delle auto americane sapevano che nel 2018 poteva arrivare questa possibilità. In ogni caso, Elon Musk, CEO e fondatore di Tesla, ha fatto sapere che la novità riguarderà solamente i nuovi clienti che prenoteranno una Tesla Model S, Model X e Model 3 dal primo luglio. I già possessori di una Tesla e tutti coloro che ne prenoteranno una prima della scadenza del mese di giugno non dovranno mai pagare la connettività Internet.

Per quanto riguarda il servizio offerto a pagamento, le auto usciranno dalla fabbrica con la connettività Internet abilitata e gli acquirenti potranno disporre del pacchetto “Standard Connectivity” che offre il navigatore con mappe del traffico e gestione dei Supercharger e la possibilità di poter disporre degli aggiornamenti OTA. Per poter disporre di tutti gli altri servizi di valore aggiunto basati su Internet come la navigazione via browser, lo streaming audio e molto altro ancora, i futuri acquirenti delle Tesla dovranno acquistare il pacchetto “Premium Connectivity” che dovrebbe avere un costo di circa 100 dollari all’anno.

Tesla ha, inoltre, fatto sapere che le Model S e le Model X ordinate a partire dal primo luglio riceveranno un anno di “Premium Connectivity” in omaggio. Bonus che spetterà anche a chi acquisterà una Model 3 con il pacchetto Premium Interior.

La scelta di far pagare la connettività Internet non deve stupire troppo. I servizi Internet furono offerti gratuitamente, all’inizio, anche come forma di incentivo per garantire ai primi acquirenti delle Tesla servizi di valore aggiunto non presenti altrove. Adesso, con la flotta delle auto che cresce sempre di più, soprattutto grazie alle Model 3, per Tesla è probabilmente impossibile continuare sostenere economicamente da sola la connettività Internet per tutti i suoi clienti.

Fonte: Electrek • Immagine: Eletreck