QR code per la pagina originale

Vodafone e Microsoft per rinnovare TOBi

Microsoft e Vodafone hanno stretto un accordo di collaborazione per migliorare le potenzialità di TOBi, l'assistente digitale dell'operatore.

,

TOBi è l’assistente digitale che da oltre un anno è integrato in alcuni dei servizi di assistenza dell’operatore. Grazie alla sua intelligenza artificiale ed al machine learning, TOBi è in grado di riconoscere ed interpretare il linguaggio naturale in modo da potersi relazionare nel migliore dei modi con i clienti dando un senso alle conversazioni. Per quanto sappia offrire un’assistenza costante ai piccoli problemi, TOBi presenta ancora evidenti limiti e quando il cliente Vodafone manifesta un problema di una certa rilevanza, l’assistente lo reindirizza ad un consulente umano. Per superare questi limiti, Vodafone ha stretto un accordo con Microsoft che permetterà di migliorare sensibilmente le interazioni di TOBi.

Grazie all’apporto dei servizi cognitivi e degli strumenti di business intelligence and analytics del gigante del software, TOBi sarà in grado di gestire un numero decisamente superiore di interazioni con i clienti. L’obiettivo dell’operatore è di arrivare a 10 milioni di conversazioni al mese entro la fine dell’anno. Microsoft consentirà all’intelligenza artificiale di TOBi di evolversi verso un modello pienamente cognitivo che permetterà, così, di arrivare a sviluppare funzionalità maggiormente evolute come la possibilità di poter interagire con la voce.

Vogliamo rendere la relazione con i nostri clienti ancora più semplice e immediata introducendo TOBi su tutti i canali di contatto. Attraverso la partnership con Microsoft puntiamo ad aumentare le conversazioni gestite attraverso TOBi, incrementando il tasso di risoluzione. Con le nuove tecnologie nascono nuove opportunità di differenziarsi nella gestione dei nostri clienti, integrando l’intelligenza artificiale con quella umana, da sempre un punto di forza di Vodafone. Per questo la Neural network training unit è composta dagli stessi colleghi dell’assistenza che abbiamo opportunamente formato.

Grazie a Microsoft Azure, ed alla sua funzionalità di ricerca, l’assistente di Vodafone sarà in grado di rispondere anche alle domande aperte. Grazie al Language understanding intelligent service (Luis), infatti, sono state create interfacce discorsive per diversi scenari. In futuro, TOBi permetterà di andare anche oltre la semplice conversazione.

Fonte: Corriere delle Comunicazioni • Immagine: Vodafone