QR code per la pagina originale

MacBook Pro: guaina antipolvere per la tastiera

La nuova tastiera dei MacBook Pro incorpora una guaina interna in gomma su ogni singolo tasto, forse per evitare malfunzionamenti per polvere e detriti.

,

I nuovi MacBook Pro, lanciati la scorsa settimana da Apple, incorporano una tastiera con meccanismo a farfalla di terza generazione. Un upgrade voluto dal gruppo di Cupertino forse per rispondere alle polemiche sulle precedenti edizioni, sfociate anche in un paio di class action, e relative al blocco dei tasti o al loro distacco dagli alloggiamenti nonostante un uso normale. Per il nuovo modello, Apple ha deciso di introdurre una speciale guaina interna contro la polvere e i detriti, elementi questi forse responsabili dei malfunzionamenti riscontrati dagli utenti.

La caratteristica in questione è stata scovata da iFixit, nel corso del consueto teardown del dispositivo, sebbene non sia stata annunciata direttamente da Apple. Il gruppo californiano, illustrando la tastiera di terza generazione dei MacBook Pro, ha semplicemente fatto riferimento a una tecnologia affinché la pressione dei tasti sia meno rumorosa. Smontando il laptop, iFixit ha notato una pellicola di gomma sopra ogni tasto, la cui funzione sarebbe quella di evitare che polvere e detriti possano incastrarsi sotto al meccanismo a farfalla, impedendone la pressione.

Secondo quanto riportato da MacRumors, la nuova tastiera sarebbe esclusiva dei MacBook 2018, quindi i clienti in possesso dei modelli precedenti non potranno richiedere la sostituzione del vecchio modello con quello presentato la scorsa settimana. La ragione non è ben chiara, considerando come i laptop siano esteticamente identici, ma potrebbe essere relativa a una diversa configurazione interna del piano tastiera.

A seguito delle proteste e delle due class action, Apple ha inaugurato un piano di riparazione e sostituzione gratuita delle tastiere dei MacBook Pro non più perfettamente funzionanti. Così come anticipato proprio da MacRumors, gli utenti che dovessero richiedere l’intervento di Apple riceveranno quindi nuovamente una tastiera di seconda generazione, anziché la neonata di terza. Al momento, le tempistiche rimangono comunque troppo ristrette per poter fare delle previsioni: non è noto, infatti, se il neonato piano tastiera sia finalmente esente da malfunzionamenti.

Fonte: MacRumors • Immagine: Unsplash