QR code per la pagina originale

Surface Andromeda non è stato cancellato

Il progetto del Surface Andromeda non è morto; Microsoft ha solamente deciso di rivedere sia l'hardware che il software di questo prodotto.

,

Surface Andromeda non sarebbe stato cancellato ma sarebbe stato semplicemente rimandato ad una fase di progettazione con l’obiettivo di debuttare entro la fine del 2019. L’indiscrezione arriva da Thurrott che afferma di aver ottenuto questa informazione da fonti molto vicine alla casa di Redmond. Secondo la fonte, dunque, il più volte chiacchierato dispositivo mobile di Microsoft si farà ma il gigante del software avrebbe deciso solamente di prendersi più tempo per sviluppare ulteriormente sia il software che l’hardware.

Microsoft, infatti, vuole che il Surface Andromeda sia perfetto e che abbia le carte in regola per avere successo. Del resto, questo prodotto fa parte della famiglia Surface che sono dispositivi di fascia Premium e Microsoft non si può permettere un passo falso che potrebbe compromettere l’immagine del brand. Il progetto del Surface Andromeda è, dunque, ancora vivo e vegeto nonostante passate indiscrezioni affermassero il contrario. Non ci sarebbero timeline ufficiali sul suo rilascio ma Microsoft dedicherà al suo sviluppo tutto il tempo necessario affinché sia davvero perfetto. Comunque, è altamente probabile che possa venire alla luce verso la fine del prossimo anno.

Difficile da capire se alla fine il Surface Andomeda sarà identico a come le indiscrezioni lo descrivevano oggi e cioè come un dispositivo con doppio schermo touch. Sicuramente molti dettagli potrebbero cambiare, soprattutto dal punto di vista software, visto che questo prodotto dovrebbe portare al debutto la versione modulare di Windows 10 caratterizzata da un’interfaccia rivista.

La buona notizia, dunque, è che il Surface Andromeda si farà e chi aveva deciso di lanciare una petizione per chiedere a Microsoft di continuare il suo sviluppo potrà tirare un sospiro di sollievo. La brutta notizia è che si dovrà attendere ancora molto tempo prima di vederlo effettivamente in commercio.

Nei prossimi mesi, sicuramente, emergeranno più dettagli sul suo nuovo sviluppo.

Fonte: Thurrott • Immagine: David Breyer