QR code per la pagina originale

Vinili, crescita anche nel 2018: +19,2%

La vendita di vinili continua a crescere senza sosta, anche nel corso del 2018: entro la fine dell'anno è atteso un aumento del 19,2% rispetto al 2017.

,

Il mercato del vinile non sembra trovare ostacoli, con una crescita rilevata anche nella prima metà del 2018. È quanto riferiscono gli ultimi dati resi disponibili da Nielsen Music negli Stati Uniti, con una previsione di un aumento del 19,2% per l’anno in corso, così come riferisce Digital Music News. Un dato che non sorprende, considerando come 33 e 45 giri stiano riconquistando sempre più consumatori, con dei dati di vendita che non si vedevano praticamente dal 1990.

I dati si basano sulle vendite del primo semestre del 2018: come confermato sempre da Digital Music News, negli Stati Uniti sono stati acquistati ben 7.6 milioni di vinili. In base a questa cifra, si proietta quindi una crescita del 19,2% annuale rispetto al 2017: se il trend dovesse rimanere invariato, si supereranno le vendite del 1990, già eguagliate lo scorso dicembre.

Ormai non più un semplice fenomeno di nicchia o di moda, il vinile ha riconquistato i consumatori puntando sull’approccio fisico alla musica, contro quello immateriale dei formati digitali come il download di brani o lo streaming. Streaming, quest’ultimo, che rimane saldamente al primo posto fra le modalità con cui si ascoltano singoli e album nel mondo.

Il record di vendite per singolo album è stato raggiunto qualche settimana fa, quando “Boarding House Reach” di Jack White ha raggiunto le 37.000 copie nella prima settimana di disponibilità. Grande successo anche per l’undicesima edizione del Record Store Day, avvenuta come consuetudine lo scorso aprile, con la distribuzione di ben 580.000 vinili negli Stati Uniti in soli sei giorni. Vista l’ingente richiesta, sempre più società a livello mondiale stanno riaprendo gli impianti di stampa: di recente, ad esempio, Sony ha riavviato la produzione in Giappone, con delle release speciali per omaggiare un formato audio risorto dalle sue ceneri. E non manca l’innovazione: nel corso del 2019 dovrebbero apparire sul mercato i primi vinili HD, i cui solchi vengono ricavati con una complessa tecnologia laser, per garantire una maggiore qualità sonora e un ridottissimo fruscio su qualsiasi tipo di giradischi.

Fonte: Digital Music News • Immagine: Unsplash