E se il ride sharing peggiorasse il traffico?

Uno studio sostiene che i servizi di ride sharing possono avere un’influenza negativa sul traffico nelle grandi città, anziché migliorarne le condizioni.

Piattaforme e servizi legati a una nuova forma di mobilità, come Uber e Lyft, nascono con l’intento dichiarato di risolvere alcune delle problematiche che fino ad oggi hanno afflitto l’ambito urbano, traffico in primis. E se invece l’effetto indesiderato conseguente all’introduzione del ride sharing fosse proprio un peggioramento delle condizioni attuali?

A sostenere questa tesi è uno studio condotto da Schaller Consulting e riportato sulle pagine del Washington Post. Stando ai ricercatori, questi nuovi servizi sarebbero diventati l’alternativa più appetibile non solo per chi desidera lasciare il proprio mezzo privato in garage o per chi addirittura preferisce liberarsene del tutto, ma anche per coloro che in passato si affidavano ai mezzi pubblici, alla bicicletta o più semplicemente si spostavano a piedi. In altre parole, anziché togliere dai centri delle città i veicoli, ne starebbero aumentando il numero. Ecco un estratto dal documento.

La crescita esplosiva di Uber e Lyft ha creato un nuovo problema legato al traffico nelle principali città statunitensi e le opzioni di ride sharing come UberPool e Lyft Line hanno esacerbato la questione tentando quelle persone che altrimenti si sarebbero affidate a al trasporto pubblico, agli spostamenti a piedi, in bici o che non si sarebbero mosse del tutto.

La teoria è supportata da numeri e statistiche: sono state osservate nove aree urbane per un periodo pari a sei anni, notando un aumento pari a 5,7 miliardi di miglia percorse dalle automobili. I diretti interessati negano ovviamente di aver responsabilità nel trend. Queste le parole di Campbell Matthews, portavoce di Lyft, affidate al Washington Post.

Non siamo affatto d’accordo con queste affermazioni riguardanti i viaggi condivisi. Dalla fondazione di Lyft abbiamo lavorato al fine di incrementare il numero di passeggeri a bordo delle vetture e di eliminare la necessità di acquistare un veicolo. Questo impegno ha portato risultati.

Ti potrebbe interessare
Le foto della scocca di iPhone 4G
Apple

Le foto della scocca di iPhone 4G

La “fortunata” società di riparazione dei dispositivi portatili iResQ ha messo già le mani su quella che probabilmente è la scocca di ricambio dell’iPhone 4G. Il prototipo in questione sembra avere un form factor diverso dalle precedenti generazioni, nonché funzionalità diverse. Inoltre, nell’ingegnerizzazione dello schermo somiglia all’iPhone originale.A giudicare dalle foto, infatti, pare proprio che

La rete internet di H3G Italia si ristruttura
Prezzi e tariffe

La rete internet di H3G Italia si ristruttura

Ho scovato su più fronti, una notizia interessante per chi utilizza le connessioni dati di “Tre Italia”. La rete di H3G dovrà adeguarsi alle nuove norme varate dalla “Autorità di Garanzia della Privacy” che prevedono che a ogni utente di telefonia mobile sia associato un identificativo di rete univoco (IP “pubblico”).Per chi non lo sapesse

Colore al Mac
Apple

Colore al Mac

Da Colorware la possibilità di personalizzare i propri prodotti Apple con i colori preferiti. Colorware, permette di acquistare i prodotti di alcune fra le più note marche di Portatili e accessori multimediali personalizzando il colore del case con una veste nuova e insolita per il proprio computer.Un iMac blu non lo avevo ancora visto, eppure