QR code per la pagina originale

DJI Mavic 2 Zoom e Mavic 2 Pro, nuovi dettagli

DJI Mavic 2 Zoom e Mavic 2 Pro sono i nomi dei nuovi droni che DJI dovrebbe annunciare molto presto; prevista anche una variante Enterprise per le aziende.

,

DJI lancerà due versioni del suo nuovo drone Mavic 2. Il primo modello si chiamerà DJI Mavic 2 Pro ed il secondo DJI Mavic 2 Zoom. Come noto, il produttore di droni avrebbe dovuto annunciare ufficialmente questi nuovi prodotti ad inizio di luglio, ma a seguito di alcuni problemi non ben specificati, il lancio fu rimandato. Da allora sono emerse alcune indiscrezioni ed alcune foto di questi modelli, ma grazie ad un volantino pubblicitario di un rivenditore inglese è possibile, adesso, scoprire ulteriori dettagli di questi prodotti tra cui i nomi ufficiali e alcune delle principali specifiche tecniche.

Questo volantino pubblicitario evidenzia che i droni si chiameranno, appunto, DJI Mavic 2 Pro e DJI Mavic 2 Zoom. Secondo quanto riportato sul materiale pubblicitario, il primo modello disporrà di una fotocamera con sensore da un pollice e camera Hasselblad. Il secondo modello, invece, disporrebbe di una fotocamera dotata di zoom ottico 2x (24 mm – 48 mm) e funzionalità Dolly Zoom. Per entrambi i modelli, l’autonomia arriverebbe a circa 31 minuti di volo contro i 27 minuti dell’attuale DJI Mavic Pro. I nuovi droni raggiungerebbero anche la velocità massima di 45 miglia orarie.

Entrambi i modelli disporrebbero anche del sistema APAS che permette non solo di rilevare gli ostacoli a 360 gradi ma anche di aggirarli durante il volo. Non mancherebbero anche l’ActiveTrack 2.0 e l’Ocusync 2.0.

Trattasi di due droni davvero molto interessanti e molto sofisticati. Al momento, però, mancano ancora le informazioni più importanti e cioè la data di presentazione e il loro costo.

Accanto a DJI Mavic 2 Pro e DJI Mavic 2 Zoom, il produttore cinese potrebbe anche annunciare Mavic 2 Enterprise, cioè una variante del suo drone per l’utilizzo professionale, pensata per supportare carichi maggiori e disporre di sensori aggiuntivi.