QR code per la pagina originale

Maker Faire Rome, 1000 progetti da 61 Paesi

Maker Faire Rome è la fiera dell'innovazione di Roma che si terrà ad ottobre e che esporrà 1000 progetti in categorie come la robotica e la medicina.

,

Maker Faire Rome, la fiera della creatività, si terrà presso la Fiera di Roma dal 12 al 14 ottobre. Alla kermesse saranno presenti ben 1000 progetti che arrivano da 61 Paesi differenti. Trattasi di un chiaro segnale del forte respiro internazionale di questo importante appuntamento. Alla fiera, i visitatori potranno visionare e toccare con mano tutte le migliori idee dei creativi e dei makers che spaziano dall’Internet delle cose e dall’intelligenza artificiale alla manifattura digitale, passando per il cibo del futuro alla sensoristica; mobilità smart, riciclo e riuso, realtà virtuale e aumentata, salute e benessere; scienza e biotecnologie e droni.

Sono tanti i progetti di qualità che affolleranno gli spazi espositivi. Per esempio, Treevoice, cioè un sistema IOT in grado di monitorare la stabilità degli alberi e delle strutture grazie all’intelligenza artificiale. Trattasi di un progetto tutto italiano che sfrutta l’enorme quantità dei dati a prodotti per effettuare prevenzione nel tempo. L’obiettivo è quello di sviluppare soluzioni iOT flessibili per il monitoraggio ambientale nell’ambito delle smart city con lo scopo di prevenire eventi pericolosi attraverso l’acquisizione, la trasmissione, l’elaborazione e l’analisi dei dati in maniera capillare e costante nel tempo.

Oppure, alla Fiera sarà presente anche LAPARY, un dispositivo per esercitarsi nella pratica della laparoscopia. Un prodotto, dunque, pensato per gli studenti specializzandi in chirurgia , per gli studenti di medicina veterinaria, e per tutti i professionisti del settore. Nello specifico trattasi di un kit che comprende diverse parti che si possono montare su qualunque contenitore e far funzionare con una semplice webcam , uno smartphone o anche una action cam collegabili ad un monitor che trasmetta quello che avviene all’interno del contenitore dando la possibilità a chi lo sta usando di manovrare gli strumenti e operare su oggetti vedendo quello che sta facendo attraverso lo schermo.

Per quanto riguarda le tematiche dell’energia rinnovabile, a Maker Faire Rome sarà presente Hyperion, cioè un innovativo sistema di accumulo dell’energia fotovoltaica in grado di passare in modo dinamico ed impercettibile dal funzionamento on grid a quello off grid. Attualmente sul mercato esistono sistemi di accumulo funzionanti principalmente in modalità off grid o on grid. I sistemi off grid sono limitati dalla carica della batteria mentre i sistemi on grid, in caso di ammanco di tensione, non sostengono l’utenza.

Hyperion supera questi limiti grazie ad una gestione intelligente delle linee; l’intero funzionamento della macchina infatti è gestito da Arduino mega che, tramite numerosi sensori, è in grado di switchare rapidamente le linee in base alle necessità e in modo del tutto trasparente per l’utente finale.

Il sistema è anche in grado di comunicare con l’utente tramite notifica “push”, consigliandogli quale sia il momento migliore per utilizzare gli elettrodomestici o avvisandolo qualora i consumi risultino eccessivi.

Infine, alla Fiera dell’innovazione di Roma si potrà trovare anche Bare Conductive che realizza vernici conduttive e una vasta gamma di altri prodotti che combinano design ed elettronica.