QR code per la pagina originale

Market Finder, Google aiuta le PMI a fare export

Google introduce uno strumento per aiutare le piccole e medie imprese italiane a raggiungere con più facilità i mercati internazionali.

,

Google introduce uno strumento per aiutare le piccole e medie imprese italiane a raggiungere con più facilità i mercati internazionali attraverso il digitale. Stiamo parlando di Market Finder, presentato ieri (24 settembre) in occasione del Google Export Day svoltosi a Milano e che lo stesso colosso di Mountain View definisce così sulle pagine del suo blog ufficiale:

Un nuovo strumento che aiuta le aziende a identificare nuovi clienti, pianificare le mosse giuste e incrementare le vendite online all’estero. Inoltre, offre anche guide, video e suggerimenti gratuiti che rendono più facile fare i primi passi nell’ambito delle esportazioni.

Il tutto in sinergia con Agenzia ICE e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Market Finder si propone quindi come una piattaforma completamente gratuita per fornire alle imprese informazioni e dati a supporto della loro strategia di internazionalizzazione, con particolare attenzione al marketing internazionale.

Tre le fasi principali attraverso le quali agisce Market Finder. La prima fase prevede la ricerca dei mercati esteri potenzialmente migliori tramite l’analisi e l’incrocio di dati utili a fornire una sorta di identikit del consumatore ideale. Seconda fase riguarda la preparazione dell’azienda per il mercato globale, ad esempio dal punto di vista comunicativo, e terza e ultima fase è quella di far conoscere l’azienda ai clienti attraverso risorse formative sul marketing digitale offerte da Market Finder.

Durante la presentazione al Google Export Day Nicola Lener, Direttore Centrale per l’Internazionalizzazione, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazional ha dichiarato:

La selezione dei mercati è senz’altro una delle fasi più importanti per il successo di una strategia di internazionalizzazione. Ecco perché è importante per un’azienda poter contare su strumenti informativi che consentano di poter correttamente inquadrare un mercato, individuarne il potenziale in termini di opportunità e di posizionamento rispetto ai propri obiettivi di business. In quest’ottica, Market Finder è una piattaforma che si annuncia di grande utilità per le aziende ed è per questo che come Farnesina siamo lieti di poter contribuire ad arricchire la sua offerta informativa, mettendo a disposizione degli utenti anche i servizi della diplomazia economica, attraverso link mirati agli strumenti di market intelligence come InfoMercatiEsteri ed ExTender.

Dello stesso avviso Giovanni Rodia, Direttore Comunicazione, Relazioni Esterne e Istituzionali, Agenzia ICE, che ha dichiarato:

Il ritardo registrato dalle imprese italiane nel commercio digitale è indice di un digital divide del nostro Paese piuttosto diffuso. L’ICE è fortemente impegnata a colmare questo gap e ogni iniziativa in tal senso, ancor più se realizzata attraverso una sinergia pubblico-privato, merita appoggio e condivisione.

Fonte: Google Blog