QR code per la pagina originale

PSN, il cambio ID potrebbe causare gravi problemi

Stando ai beta tester, su il cambio di username sul PSN starebbe causando problemi quali la perdita di giochi acquistati, progressi e trofei.

,

Sono un po’ di giorni che si parla della possibilità di cambiare nome sul PSN, funzionalità che sarà presto aggiunta da Sony. Sembra tuttavia che la modifica dello username possa comportare danni più grandi del previsto.

L’azienda giapponese ha subito messo in chiaro che i giocatori avrebbero potuto incappare in problemi di compatibilità con giochi e app, ma secondo i beta tester la situazione è ben peggiore: gli utenti rischiano infatti di perdere molte informazioni legate al proprio account, inclusi i DLC e i giochi acquistati regolarmente.

Inoltre, sembrerebbe che non tutti i titoli e le applicazioni supportino la funzione del cambio ID di PSN, quindi i giocatori che decideranno di modificarlo potrebbero perdere l’accesso a contenuti quali valuta virtuale, progressi di gioco, punteggi nelle classifiche online e trofei. Va poi sottolineato che alcuni giochi potrebbero non funzionare correttamente, anche offline, e l’ID precedente potrebbe rimanere visibile ad altri utenti in determinate situazioni. Qualora si riscontrassero problemi con il cambio di nome, secondo gli utenti, sarà possibile ripristinare quello precedente senza costi aggiuntivi, ma non è detto che questo risolva ogni problema.

È difficile dire quanto siano diffusi i bug, ma qualora si volesse effettuare il cambio dello username sarebbe meglio aspettare che Sony risolva i problemi. Ricordiamo che sarà possibile cambiare il tuo nick gratuitamente, ma solo per la prima volta. Dopodiché, si dovrà pagare 9,99 euro per eventuali modifiche successive, o la metà per gli abbonati al servizio PlayStation Plus.

Di recente le PS4 di molti giocatori si sono bloccate per via di un pericoloso messaggio che gli utenti ricevevano sul PSN, che sembra essere stato risolto da Sony con l’aggiornamento del firmware.

Fonte: GameSpot • Immagine: Pixabay