QR code per la pagina originale

iOS 12.1: eSIM non ancora supportata in Italia

Il supporto alle eSIM di Apple non è ancora disponibile fra gli operatori italiani: ecco la lista di carrier oggi abilitati a livello mondiale.

,

Tra le varie novità di iOS 12.1, l’aggiornamento del sistema operativo mobile per iPhone e iPad rilasciato ieri, vi è il supporto alle eSIM per i device compatibili. iPhone XR, iPhone XS e XS Max e i nuovi iPad Pro possono infatti ospitare una seconda numerazione virtuale, oltre alla classica scheda SIM. Da quanto si apprende dalle pagine del supporto Apple, però, il servizio non è ancora disponibile in Italia.

Come già accennato, la funzione eSIM di iOS 12.1 permette di ospitare sul proprio device una seconda numerazione, quest’ultima virtuale, per rendere iPhone o iPad dual-sim anche in assenza di un secondo slot fisico per le tessere. Lo standard deve essere però supportato dal proprio operatore, così come Apple specifica sul proprio sito ufficiale: al momento, però, i carrier abilitati sono ridotti. E sullo Stivale ancora nessuno ha lanciato il servizio, sebbene Vodafone già abbia adottato una soluzione simile per gli Apple Watch Series 4.

L’accesso a eSIM è ora garantito in Austria (T-Mobile), Canada (Bell e Virgin), Croazia (Hrvatski Telekom), Repubblica Ceca (T-Mobile), Germania (Telekom e Vodafone), Ungheria (Magyar Telekom), India (Airtel e Reliance Jio), Spagna (Vodafone), Regno Unito (EE) e Stati Uniti (AT&T, T-Mobile e Verizon). Così come già specificato, in Italia per Apple Watch Series 4 vi è il supporto di Vodafone e, considerando come l’operatore abbia già lanciato la funzione in altri Paesi europei, non si esclude possa adottarla in futuro anche per i clienti dello Stivale.

Apple ha adottato eSIM grazie alla sua versatilità: per gli operatori abilitati, infatti, l’attivazione del servizio è immediata, praticamente dallo schermo del proprio device, senza attese o intoppi. Il gruppo californiano ha optato per il supporto alla doppia sim fisica unicamente in Cina, per iPhone XS Max, forse per la difficoltà di implementare le numerazioni virtuali in questa nazione.

Fonte: Apple • Immagine: lOvE lOvE via Shutterstock