QR code per la pagina originale

WiFi4EU, al via il bando di gara

La Commissione Europea lancia la prima call per il progetto WiFi4EU; i comuni interessati potranno iscriversi dal 7 novembre.

,

La Commissione Europea ha approvato il regolamento per il bando di gara del progetto WiFi4EU che punta a sostenere le città europee che intendono realizzare all’interno del territorio punti d’accesso WiFi pubblici e gratuiti. Il regolamento parlo chiaro. A partire dal 7 novembre alle ore 13.00 e sino al giorno 9 novembre alle ore 17.00, il comuni che intendono presentare la richiesta di accesso ai fondi potranno farlo attraverso il sito del progetto.

Tuttavia, i comuni interessati dovranno essere rapidi nel depositare la loro domanda perché i fondi saranno erogati secondo l’ordine di richiesta. Questo significa che solo i comuni più veloci otterranno il voucher del valore di 15 mila euro. In questa call, solo le prime 2800 richieste saranno accontentate e ad ogni Stato membro saranno garantiti almeno 15 buoni. Chi rimarrà fuori potrà ritentare nei successivi bandi di concorso che saranno lanciati in futuro dalla Commissione Europea ogni 6 mesi. Il progetto WiFi4EU, infatti, può contare su di un fondo di 120 milioni di euro che permetterà di finanziare sino a 8 mila comuni.

Gli hot spot WiFi che i comuni potranno realizzare con questi fondi dovranno essere costruiti all’interno di luoghi pubblici, come municipi, biblioteche, musei, parchi e piazze. Tuttavia, oltre ad essere gratuiti, questi punti d’accesso wireless non dovranno servire per inoculare pubblicità o per raccogliere i dati degli utenti.

Trattasi di un progetto interessante che punta all’obiettivo di fornire lunghi d’accesso gratuiti in tutti i maggiori comuni del territorio europeo. Un progetto, però, che ha avuto alcune difficoltà tecniche da superare. Questa call, in realtà, non è la prima. Il primo vero bando fu lanciato a giugno ma a causa di un crash dei sistemi informatici, fu poi sospeso e rinviato a dopo l’estate.

Maggiori informazioni per i comuni interessati all’interno del sito del progetto WiFi4EU.