QR code per la pagina originale

PlayStation 4, Sony lancia il nuovo modello

La nuova PlayStation 4 Pro CUH-7200 si presenta più silenziosa rispetto alle edizioni precedenti, ma per ora sarà venduta solo in UK.

,

Decisamente in punta di piedi, Sony ha lanciato sul mercato un nuovo modello – una revisione, per la precisione – della sua console PlayStation 4 Pro. Si tratta del modello CUH-7200 con la stessa potenza di calcolo ma che migliora dal punto di vista della rumorosità.

Come riportano i ragazzi Digital Foundry, la console “revisionata” è meno rumorosa rispetto al vecchio modello. Niente segnalazione, invece, per quanto riguarda risparmio energetico o sistema di dissipazione, che a quanto pare non sono stati modificati da Sony.

Capita spesso che le console vengano aggiornate con versioni leggermente ottimizzate, a volte senza che ciò venga annunciato o sciorinato dal publisher, come in questo caso. Le componenti che vengono spesso modificate sono soprattutto consumi o sistema di raffreddamento. Non vengono apportate migliorie in termini di prestazioni, che restano le stesse. Altrimenti si tratterebbe di un’altra console, ovviamente.

La PlayStation 4 Pro CUH-7200 è quella che sarà venduta in bundle con Red Dead Redemption 2, il nuovo titolo targato RockStar Games che sta ottenendo un enorme successo commerciale (oltre che di critica). Al momento il nuovo modello verrà venduto solamente sul mercato britannico, e non è chiaro se il colosso nipponico abbia intenzione di estenderne la commercializzazione in altri lidi, ad esempio, Giappone, Europa e nord America.

Ricordiamo che il 21 novembre Sony lancerà sul mercato il nuovo modello di PlayStation 4 Pro con hard disk da 2TB, anche se inizialmente solamente in Giappone al prezzo di 349 euro.

Disponibile sul mercato da cinque anni, continua a macinare vendite il monolite nero di Sony: in totale, a settembre 2018, sono state vendute 86,1 milioni di unità, e di queste 3,9 milioni nel secondo trimestre dell’anno fiscale in corso.  L’obiettivo di Sony? Venderne almeno 17,5 milioni entro la fine dell’anno fiscale, il 31 marzo 2019.

Fonte: Digital Foundry • Immagine: Sony