QR code per la pagina originale

Destiny 2, Activision poco felice delle vendite

,

Il percorso commerciale di Destiny 2 non sta dando particolari soddisfazioni ad Activision Blizzard, che ha spiegato ai suoi investitori di voler studiare nuove formule per monetizzare meglio lo sparatutto sci-fi multiplayer di Bungie.

Dopo un inizio decisamente sottotono con vendite al di sotto delle aspettative della compagnia americana, successivamente Destiny 2 sembrava aver trovato la “quadratura del cerchio” grazie al boost conferito dall’espansione “I Rinnegati” che fece ritornare l’entusiasmo ai fan della saga.

Con il senno di poi, evidentemente le buone espansioni non sono state sufficienti a mettere la pezza ad un lancio poco convincente. La scelta di rendere il titolo disponibile in maniera gratuita settimana scorsa (fino al 18 novembre), poi, ha dato la riprova di come Activision Blizzard sia poco soddisfatta dell’andamento commerciale del titolo, che continua ad arrancare. Ovviamente l’offerta riguarda solamente il gioco base, che da solo offre comunque decine di ore di gioco. Esistono infatti diverse espansioni: La Maledizione di Osiride, La Mente Bellica, e la più recente de I Rinnegati.

E, tra l’altro, non è la prima volta che Blizzard regala Destiny 2: il gioco è già stato reso gratuito su PlayStation 4 come titolo scaricabile di settembre per gli abbonati al servizio online PlayStation Plus.

Ricordiamo che Destiny 2 è uno sparatutto in prima persona multiplayer con ambientazione sci-fi e caratterizzato da una forte componente RPG. Una sorta di mix fra World of Warcraft, Halo (gli sviluppatori sono infatti i ragazzi di Bungie, creatori della serie) e Borderlands, perfetto per chi ama le esperienze online massive e che richiedono una certa “devozione” in termini di tempo.

 

Fonte: Kotaku • Immagine: Blizzard