QR code per la pagina originale

Assassin’s Creed diventa un vino

Ubisoft ha stretto una partnership con il produttore vinicolo Lot18 per la realizzazione di bottiglie di vino dedicate ad Assassin's Creed.

,

Il mondo del merchandising è decisamente trasversale ma, spesso e volentieri, propone gingilli più utili a riempire di polvere le mensole dei salotti che a dare un vero valore aggiunto alla propria passione. Non è questo però il caso della nuova linea di vini dedicata ad Assassin’s Creed.

Proprio così. La software house francese, dopo il grande successo commerciale, di critica e videogiocatori di Assassin’s Creed Odyssey, ha deciso di stringere una partnership con il produttore vinicolo Lot18 per la realizzazione di bottiglie di vino dedicate ai protagonisti dei vari capitoli.

Ecco, di seguito, la linea di vini firmata Assassin’s Creed con nome del protagonista e vino, accoppiata non in maniera casuale ma con una certa coerenza geografica:

  • 2017 Aveline de Grandpré Appellation Côtes du Rhône Contrôlée
  • 2017 Arno Dorian Qualitätswein Niederösterreich Zweigelt
  • 2017 Altaïr Ibn-La’ahad Loire Valley IGP Cabernet Franc
  • 2015 Bayek of Siwa Spanish Tempranillo
  • 2016 Connor Horse Heaven Hills Cabernet Sauvignon
  • 2015 Ezio Auditore Super Tuscan Red Blend

Come potete vedere dalla lista di cui sopra, infatti, ogni personaggio è stato associato ad un tipo di vino che viene prodotto nella località di provenienza dell’assassino.

Le bottiglie di vino targate Assassin’s Creed non sono vendute a prezzi particolarmente impopolari e con circa 20 euro ci può portare a casa un Ezio Auditore o un Bayek. Il vino può essere acquistato direttamente dal sito web di Lot18 ma, almeno per il momento, solo chi abita negli Stati Uniti d’America può effettuare l’ordine.

L’ultimo capitolo di Assassin’s Creed, Odyssey, ambientato nell’antica Grecia, è disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC (e Nintendo Switch solo in Giappone su cloud) da 5 ottobre. Un titolo che ha fatto storcere il naso ai puristi (pochi in realtà) in quanto dell’identità dei vecchi capitoli è rimasto bene poco in favore di una deriva action GDR davvero di alto profilo.

Fonte: Game Informer • Immagine: Lot18