QR code per la pagina originale

ASUS ZenFone Max M2, specifiche e immagini

Queste sono le immagini e le specifiche principali degli ZenFone Max M2 e ZenFone Max Pro M2 che ASUS annuncerà il prossimo 11 dicembre.

,

A metà novembre erano apparse online le prime indiscrezioni sulla nuova serie di smartphone. ASUS ha confermato che gli ZenFone Max M2 e ZenFone Max Pro M2 verranno annunciati l’11 dicembre. Un noto leaker ha ora pubblicato le principali specifiche dei due dispositivi di fascia media insieme alle immagini ufficiali che permettono di vedere le differenze in termini di design.

Lo ZenFone Max M2 ha un telaio unibody in alluminio, mentre per lo ZenFone Max Pro M2 è stata scelta una cover in vetro. Entrambi avranno uno schermo da 6 pollici con risoluzione full HD+ (2340×1080 pixel) e rapporto di aspetto 19.5:9. Osservando le immagini si nota che il modello standard ha un notch più largo con angoli arrotondati e (stranamente) una cornice inferiore più sottile, nonostante la diagonale del display sia identica. Un’altra differenza estetica è visibile sul retro. Il modulo fotografico dello ZenFone Max Pro M2 include il flash LED, mentre per lo ZenFone Max M2 è esterno.

Lo ZenFone Max M2 dovrebbe integrare un processore octa core Snapdragon 636, affiancato da 4 GB di RAM e 32/64 GB di memoria flash. Per lo ZenFone Max Pro M2 si prevedono invece un processore octa core Snapdragon 660, 4 o 6 GB di RAM e 64/128 GB di storage. La doppia fotocamera dello ZenFone Max M2 ha un sensore principale Sony IMX486 da 12 megapixel e un sensore secondario da 5 megapixel. La fotocamera principale dello ZenFone Max Pro M2 ha invece una risoluzione di 13 megapixel, mentre non ci sono informazioni su quella secondaria.

La batteria dovrebbe avere una capacità di 5.000 mAh. L’elevata autonomia è una delle peculiarità della serie ZenFone Max. Il sistema operativo sarà quasi sicuramente Android 8.1 Oreo. Anche se arriveranno prima sui mercati asiatici, i due smartphone verranno distribuiti anche in altri paesi, tra cui l’Italia.

Fonte: Phone Arena • Immagine: WinFuture