QR code per la pagina originale

Fallout 76, bannati a vita alcuni utenti omofobi

Bethesda ha provveduto a bannare in modo permanente alcuni utenti di Fallout 76 in seguito a un attacco omofobo.

,

Bethesda ha bannato a vita un gruppo di giocatori di Fallout 76 in seguito a un attacco omofobo contro altri utenti. “Siamo venuti per eliminare tutti i gay”, è il modo in cui hanno esordito i molestatori.

Il fattaccio, verificatosi un paio di settimane fa, è durato circa 10 minuti e ha visto protagonista un gruppo di giocatori di Fallout 76 che scherniva un altro gruppo usando insulti omofobi, mentre cercava di dargli la caccia. Il nuovo gioco di Bethesda è un titolo online in cui i giocatori convivono su una singola mappa e sono in grado di fare squadra, commerciare o darsi battaglia.

Una delle vittime, AJ, ha registrato il video dell’incontro e lo ha condiviso su Twitter nel tentativo di convincere lo sviluppatore a prendere atto dell’incidente e punire i giocatori coinvolti. Nella clip, riportata qui sotto, si può sentire qualcuno pronunciare frasi vergognose come “we’re the gay eliminators” (siamo gli eliminatori gay) oppure “we’re cleansing the wasteland” (stiamo ripulendo la landa).

Alla fine, i molestatori sono riusciti a uccidere il personaggio di AJ. NathanTheHicc, uno degli aggressori, ha poi caricato il video dell’incidente su YouTube con il titolo “Cleansing the Queers”. Bethesda ha dichiarato di aver inizialmente istituito un ban di tre giorni contro i giocatori incriminati, dopo che AJ gli ha mostrato il filmato. Tuttavia, in seguito a un’analisi più attenta della modestia, la società ha (giustamente) optato per un ban più punitivo.

NathanTheHicc ha dichiarato di non avere alcun rimorso di quello che ha fatto e di non volersi scusare se gliene fosse data la possibilità. Sebbene i giocatori di Fallout 76 abbiano la possibilità bloccarsi a vicenda, non c’è alcun modo per fare segnalazioni allo sviluppatore. A parte condividere video sui social media o rivolgersi direttamente alla stampa, sembrano esserci poche alternative per avvisare Bethesda di incidenti come questo, ma è di fondamentale importanza aiutare lo sviluppatore a prevenire che si ripetano in futuro.