QR code per la pagina originale

Modem libero: come cambia l’offerta Wind Tre

Wind Tre inizia ad adeguarsi alle disposizioni della delibera AGCOM sul modem libero proponendo l'offerta Absolute senza obbligo del modem.

,

Wind Tre ha iniziato ad adeguarsi alla delibera AGCOM n. 348/18/CONS sul modem libero. L’operatore, infatti, permette ai suoi clienti di poter attivare l’offerta “Absolute” anche senza modem. La delibera sul modem libero, si ricorda, prevede che il cliente non debba essere obbligato ad adottare il modem dell’operatore ma che possa optare per una soluzione alternativa utilizzando un modem già di sua proprietà. L’operatore, comunque, dovrà fornire tutte le informazioni necessarie per aiutare il cliente a configurare il modem per accedere ad Internet.

Al momento, dunque, Wind Tre propone solo l’offerta “Absolute” in versione senza modem. Questa tariffa che può essere richiesta sia con Wind che con 3 Italia offre Internet illimitato (ADSL o fibra FTTC) e chiamate a consumo (scatto alla riposta di 18 centesimi). Il tutto a 24,90 euro al mese. Secondo alcune indiscrezioni, presto la possibilità di poter optare per un’offerta senza modem sarà allargata anche alle soluzione FTTH. Wind Tre, all’interno del suo sito ufficiale, evidenzia anche alcuni limiti di questa offerta senza modem.

Sottoscrivendo quest’offerta, il cliente accetta che utilizzando un modem diverso da quelli forniti da Wind/Tre potrebbe non ricevere la qualità di servizio attesa. La velocità internet potrebbe essere diversa da quella comunicata. Wind/Tre non è tenuta a fornire assistenza tecnica sull’installazione e la configurazione del Modem e del Wi-Fi, anche per i dispositivi connessi. Inoltre non verranno inviati aggiornamenti da remoto sul firmware del modem. Wind/Tre si impegna a fornire assistenza gratuita solo in caso di eventuali problemi sulla linea del cliente e mette a disposizione la seguente assistenza tecnica a titolo oneroso: 30 euro per assistenza tecnica nell’installazione del Modem 60 euro per intervento del tecnico in loco.

I clienti, quindi, dovranno prestare attenzione che il modem scelto sia compatibile con i servizi di connettività sottoscritti.

I parametri di configurazione da inserire sono i seguenti per quanto riguarda le offerte ADSL.

  • VPI: 8;
  • VCI: 35;
  • Protocol: PPPoE;
  • PPPoE usr: benvenuto;
  • PPPoE pwd: ospite;
  • Encapsulation: LLC;
  • MTU: 1492;
  • Keep Alive: on;
  • NAT: enabled;
  • IGMP: enabled.

I parametri per le offerte fibra FTTC sono invece i seguenti.

  • VLan: 835;
  • Protocol: PPPoE;
  • PPPoE usr: benvenuto;
  • PPPoE pwd: ospite;
  • Encapsulation: LLC;
  • MTU: 1492;
  • Keep Alive: on;
  • NAT: enabled;
  • IGMP: enabled.

Per i parametri del servizio VoIP sarà, invece, necessario contattare direttamente l’assistenza tecnica. Nessun dettaglio, invece su cosa Wind Tre proporrà ai già clienti a partire dal primo gennaio 2019 quando anche per loro scatterà l’ora del modem libero.

Fonte: MondoMobileWeb • Immagine: CASEZY via iStock