QR code per la pagina originale

Nokia 9 PureView, video conferma le 5 fotocamere

Un video mostra il design e le cinque fotocamere posteriori con ottiche Zeiss del Nokia 9 PureView che HMD Global dovrebbe annunciare a fine gennaio.

,

HMD Global è pronto al lancio del Nokia 9 PureView. L’imminente annuncio sembra confermato da un render condiviso su Twitter dal noto leaker Evan Blass e soprattutto dal video pubblicato dal sito MySmartPrice che mostra il design dello smartphone e alcune caratteristiche, come le cinque fotocamere posteriori.

La breve clip conferma innanzitutto il nome: Nokia 9 PureView. Si possono inoltre vedere alcuni dettagli estetici, tra cui il display con angoli arrotondati e le cornici piuttosto evidenti. Il produttore finlandese è quindi rimasto fedele al tradizionale rapporto di aspetto 18:9, evitando l’uso del notch presente negli ultimi modelli. La cover in vetro permette di sfruttare la ricarica wireless per la batteria. Sul retro spiccano ovviamente le cinque fotocamere con ottiche Zeiss che consentono cinque scatti in contemporanea.

Non sono indicate le specifiche (risoluzione dei sensori e apertura degli obiettivi), ma HMD Global promette una cattura di luce 10 volte superiore rispetto ad una fotocamera tradizionale. Ciò significa che le foto saranno quasi perfette anche in condizioni di scarsa illuminazione. Tra le funzionalità supportate ci sono HDR e re-focus. Usando Google Foto sarà possibile modificare la profondità di campo dopo lo scatto.

La dotazione hardware comprenderà uno schermo da 5,99 pollici con risoluzione full HD+ (2160×1080 pixel) e supporto HDR10, processore Snapdragon 845, 6 GB di RAM e 128 GB di storage. Il video conferma inoltre la presenza del lettore di impronte digitale in-display. Il Nokia 9 PureView sarà uno smartphone Android One, quindi gli utenti troveranno Android 9 Pie in versione stock e riceveranno almeno due major release del sistema operativo (Android 10 Q e 11 R).

L’annuncio dello smartphone è previsto per fine gennaio 2019. HMD Global non vuole aspettare il Mobile World Congress di Barcellona, forse per evitare la concomitanza con altre presentazioni.