QR code per la pagina originale

Google, schede per consultare le vecchie ricerche

Google lancia nuove schede attività che consentiranno agli utenti di consultare lo storico dei risultati delle ricerche precedenti su un determinato tema.

,

Già verso la fine di settembre Google annunciò l’arrivo di importanti novità per quanto riguarda le ricerche (soprattutto mobili) con l’aggiunta di diverse nuove funzionalità utili a migliorare l’esperienza utente. Tra queste si attendeva l’ esordio delle schede attività, che consentiranno agli utenti di consultare lo storico dei risultati delle ricerche precedenti su un determinato argomento.

Al momento questa nuova feature – come si legge sul blog ufficiale di bigG – è appena arrivata sulla versione mobile del motore di ricerca e su Google App, ma solo negli USA.

La funzionalità di cui stiamo parlando è stata pensata per aiutare gli utenti a riprendere il “filo del discorso” su argomenti che vengono ricercati spesso, dando quindi la possibilità di riprendere la ricerca da dove si era lasciato. Basti pensare a casi come hobby oppure a chi deve pianificare allenamenti, diete o qualsiasi altra attività che richiede una consultazione costante su Google Search.

Per poter sfruttare questa nuova possibilità, basta semplicemente cercare le stesse parole chiave e, a quel punto, prima dei soliti risultati, compariranno tutte le ricerche relative a quell’argomento già consultato in passato.

Le schede attività possono essere anche personalizzate toccando il pulsante menu in alto a destra ed eliminando gli elementi o disattivando le carte. Esiste anche la possibilità di salvare un collegamento in una raccolta disponibile nel menu in modo da poter consultare il contenuto in un secondo momento. Per poter sfruttare queste nuove schede attività è ovviamente necessario aver prima effettuato l’accesso all’account Google.

Come già detto, le schede attività sono state annunciate già a settembre ma il loro esordio (in USA) è avvenuto solo in questi giorni. Ancora non è chiaro quando questa nuova feature arriverà anche da noi, ma probabile non si dovrà attendere molto.