QR code per la pagina originale

Microsoft si prepara ai dispositivi pieghevoli

Microsoft sta lavorando per adattare Windows 10 al form factor dei dispositivi pieghevoli e con doppio display; continua lo sviluppo di Andromeda.

,

Microsoft sta lavorando per adattare Windows 10 a funzionare sui dispositivi pieghevoli. The Verge ha evidenziato che fonti interne alla società affermano che la casa di Redmond ha deciso di investire pesantemente sui dispositivi pieghevoli e su quelli dotati di doppio schermo. Questo investimento include i piani di sviluppo di una versione rinnovata di Windows 10 progettata per poter lavorare su questa nuova categoria di computer.

Microsoft sta anche sperimentato il suo prodotto con doppio schermo che tutti conoscono con il nome di Andromeda. Parallelamente, la casa di Redmond sta lavorando con Intel e con altri OEM per iniziare nei prossimi anni la sperimentazione di questi dispositivi. I produttori di PC hanno sviluppato una gamma di dispositivi 2 in 1 per Windows 8 cinque anni fa ed è probabile che facciano la medesima cosa con i prodotti pieghevoli e dual screen. Parallelamente, Microsoft sta lavorando sulla Composable Shell (C-Shell) e sul Windows Core di Windows 10. Trattasi di una versione modulare del sistema operativo in grado di adattarsi alle forme di questi nuovi prodotti.

La prima build di Windows 10 per i dispositivi pieghevoli è stata individuata nelle scorse ore, rivelando che Microsoft ha un team dedicato che lavora all’adattamento della shell di Windows 10 per questa nuova categoria di prodotti. Windows Core ha già fatto capolino su Surface Hub 2 e l’hardware di questo maxi display per le aziende potrebbe rivelare qualche altro dettaglio sui progetti della società.

I dispositivi dual screen di Microsoft non disporranno solamente di processori Intel. Secondo la fonte dovrebbero arrivare anche molteplici prodotti con processori ARM. Tuttavia, Microsoft dovrà affrontare una dura concorrenza nel mercato dei dispositivi pieghevoli e con doppio display. Google, per esempio, si è già impegnato a supportare nativamente i futuri smartphone Android per evitare ulteriori frammentazioni del suo sistema operativo.

Quello che appare evidente, comunque, è che il futuro dei PC come degli smartphone e dei tablet è in questa nuova categoria di prodotti.