QR code per la pagina originale

Project Stream, test con Assassin’s Creed finito

L'esperimento di cloud gaming firmato Google, Project Stream, è giunto al termine dopo quasi tre mesi di test su Assassin's Creed Odyssey.

,

L’esperimento di cloud gaming firmato Google è giunto al termine. Project Stream, la piattaforma di bigG che permette di giocare a qualsiasi titolo semplicemente sul browser attraverso lo streaming, ha aperto i battenti come test lo scorso ottobre con Assassin’s Creed Odyssey. Test aperto solo ad un gruppo ristretto di utenti americani iscritti al programma cominciato il 5 ottobre e finito proprio in questi giorni.

Google aveva sottolineato che Assassin’s Creed Odyssey su Project Steam sarebbe stato un semplice test tecnico dalla durata limitata, e così è stato. Oggi sulla pagina della piattaforma i pochi fortunati (solo in USA) che hanno partecipato al progetto si sono visti apparire la seguente scritta:

Project Stream è finito. Grazie a tutti i giocatori che hanno preso parte all’avventura.

Come sottolineato dai colleghi di Android Police, il sito web del progetto ringrazia gli utenti e li invita ad iscriversi per ricevere aggiornamenti e altre promozioni relative a Project Stream.

Project Stream permette di far girare un titolo tripla A (come Assassin’s Creed)direttamente da Google Chrome senza un hardware particolarmente prestante; ma è ovviamente necessaria una connessione da almeno 25 megabit al secondo o superiore per poter sfruttare al meglio la tecnologia. Pad alla mano, Assassin’s Creed Odyssey su Project Stream girava ad una risoluzione di 1080p e 60 fotogrammi secondo, con un lag minimo.

Ricordiamo che chiunque avesse giocato per almeno un’ora ad Assassin’s Creed Odyssey su Project Stream riceverà una copia gratuita del gioco in versione PC tramite il servizio Uplay di Ubisoft, oltre a 1000 crediti Helix. Assassin’s Creed Odyssey in streaming non solo su Google Chrome: Ubisoft ha infatti collaborato con Nintendo per portare il gioco anche su Nintendo Switch (sempre su cloud), in Giappone.

Fonte: Android Police