Questa è la nuova Olympus OM-D E-M1X

Svelata la nuova Olympus di Olympus con design rinnovato, due batterie integrate e sensore CMOS da 22 megapixel in formato 4/3.

Una delle novità principali che noterete sulla nuova Olympus OM-D E-M1X sarà l’impugnatura verticale, che conferisce alla fotocamera la stessa forma delle reflex digitali professionali, come la Canon 1D X II e la Nikon D5.

La nuova impugnatura verticale offre un’interfaccia fisica ridisegnata: il layout, la forma e l’altezza di tutti i pulsanti e delle leve sono stati ridisegnati per aiutare i fotografi a concentrarsi sulle riprese piuttosto che a manipolare i comandi.  Oltre a ciò, il form factor è il solo che permette di adottare a bordo due batterie agli ioni di litio BLH-1, per restituire circa 870 scatti con una sola carica. In termini costruttivi, E-M1X è progettata per resistere a gran parte dei pericoli a cui un fotografo va incontro, nei limiti della natura ovviamente: è resistente alla polvere, è a prova di spruzzi e di congelamento (fino a -10° C) anche quando vengono inseriti accessori quali un cavo, un microfono e una cuffia.

Questo grazie a un filtro Super Sonic Wave tra l’otturatore e il sensore, che vibra a 30 mila giri al secondo per aiutare a rimuovere polvere e sporco che, assieme a  un nuovo rivestimento protettivo, aumenta l’efficacia di funzionamento del 10%.

Le caratteristiche e le specifiche dell’E-M1X includono un sensore CMOS da 22 megapixel (20 effettivi), una modalità Live  (da 1 a 5 stop) per effetti slow shutter senza filtro, GPS integrato, sensore di temperatura, manometro, bussola, anti-sfarfallio sotto luce artificiale, Olympus Capture per il trasferimento di foto tramite Wi-Fi in uno studio, video 4K stabilizzato, OM-Log400 e registrazioni ad alta velocità fino a 120 fps. Il prezzo della nuova Olympus OM-D E-M1X è stato fissato a 2.999 euro (in Italia) per il solo corpo macchina, con un arrivo previsto entro febbraio.

Ti potrebbe interessare
webOS: le immagini di Skype su Pre 3
skype

webOS: le immagini di Skype su Pre 3

Non è la prima volta che si parla dell’integrazione di Skype nel sistema operativo mobile webOS, ma fino ad oggi non si era vista alcuna immagine relativa all’interfaccia e ai menu per la gestione del servizio VoIP sulla piattaforma targata HP. Grazie alle pagine di webOS Blog è invece ora possibile dare un’occhiata in anteprima

Prime immagini della ATI Radeon HD 5750
ati atiradeon

Prime immagini della ATI Radeon HD 5750

Dopo le Radeon HD 5870 e 5850, soluzioni di fascia alta indicate con il nome in codice Cypress, le prossime GPU ATI che faranno la comparsa sul mercato saranno quelle della serie Radeon HD 5700.Le Radeon HD 5770 e 5750 (nome in codice Juniper), per la fascia media, dovrebbero essere presentate verso la metà del