QR code per la pagina originale

Opera Touch anche su iPad con Private Mode

Opera Touch è ora disponibile anche su iPad e permette di navigare senza lasciare tracce, attivando la funzionalità Private Mode.

,

La software house norvegese ha annunciato la disponibilità di Opera Touch per iPad. Questa versione offre le stesse funzionalità presenti su iPhone, ma ovviamente sfrutta la maggiore area di visualizzazione del tablet. Sia su iOS che Android è stata inoltre aggiunta la modalità di navigazione privata che garantisce la massima privacy agli utenti. Le app possono essere scaricate dagli store Apple e Google. Opera ha inoltre rilasciato la versione 58 per desktop.

Opera Touch è arrivato prima su Android e successivamente su iPhone. Il browser è stato sviluppato tenendo conto delle dimensioni degli attuali smartphone. L’interfaccia, che ha recentemente vinto il Red Dot Design Award, permette l’accesso alle principali funzioni tramite una sola mano. Nella parte inferiore dello schermo è presente il FAB (Fast Action Button) che include la ricerca e i collegamenti alle schede aperte.

All’avvio viene subito mostrata la tastiera, semplificando così la digitazione del testo. La funzionalità Flow consente invece di sincronizzare i contenuti con il browser desktop tramite scansione del codice QR. L’ultima novità si chiama Private Mode (lo sfondo diventa scuro). Come si può intuire dal nome, Opera Touch non conserva la cronologia, le credenziali di accesso ai siti web e i cookie. Ciò garantisce l’anonimato durante la navigazione. Per entrare e uscire dalla modalità “incognito” è sufficiente toccare la specifica voce nel menu in alto a destra.

Opera 58 per Windows, macOS e Linux, prima versione desktop del 2019, include due nuove funzionalità. Quando l’utente chiude la finestra del browser con varie schede aperte viene mostrato un avviso. Ciò previene la perdita accidentale dei dati. Solo per gli utenti russi è stato integrato Yandex Zen, un servizio che suggerisce news personalizzate in base alle preferenze e alla cronologia.

Fonte: Opera • Via: Opera • Immagine: Opera